E’ stata rimandata addirittura al 27 agosto la tappa IndyCar interrotta ieri al Texas Speedway dopo poco più di 70 giri. Un rovescio di grande violenza ha colpito la pista di Fort Worth, causando anche danni alle infrastrutture e rendendo impossibile il ripristino in giornata. Dato che due tra i protagonisti assoluti della serie, il campione in carica Scott Dixon e Sebastien Bourdais, sono in partenza per Le Mans, si è così deciso di passare ad un’altra data. La corsa verrà terminata completando i 248 passaggi in programma, dopo la disputa di una breve sessione di libere. La griglia sarà formata usando la classifica al momento dello stop, tra l’altro contestata dato che Ryan Hunter-Reay ed il team Andretti, che si trovavano in corsia box, sono sicuri di essere stati davanti a James Hinchcliffe nel momento della “rossa”. 

IndyCar Texas, tutto fermo per pioggia e brutto incidente: video

Nel frattempo, sono arrivate notizie relativamente confortanti su Josef Newgarden, che ha subito la frattura della mano e della clavicola destre nel tremendo schianto innescato da uno “snap spin” di Conor Daly al giro 42. L’ennesima prova del livello elevatissimo di sicurezza dei telai italiani proposti nella serie dalla Dallara