Dopo il risultato della prima gara in Michigan, sembrava probabile che Kevin Harvick potesse dire la sua anche nella seconda, programmata solo 24 ore dopo, e così alla fine è stato. La Ford Mustang numero 4 del team Stewart-Haas ha tagliato il traguardo al comando dando al californiano la sesta vittoria dell'anno e la numero 55 in carriera.

Harvick ha nuovamente goduto di una certa superiorità nei 156 giri in programma, ma non si è trattato di un monopolio come al sabato. La vittoria nel primo "stage" è andata infatti a Clint Bowyer, che ha poi chiuso quattordicesimo, e nel finale, Denny Hamlin ha rischiato di agguantare Harvick per la leadership complice una piccola sbavatura. Alla fine, i due sono giunti al traguardo separati da pochi decimi al termine di una corsa con relativamente pochi giri in safety-car.

Tutto sulle corse USA

Keselowski appannato

E' mancato invece l'altro protagonista del sabato, Brad Keselowski, che ha commesso un errore importante al giro 95 toccando il compagno di squadra Ryan Blaney e facendo finire entrambi nelle barriere. Si è trattato degli unici due ritiri, mentre a completare la top-5 sono stati Martin Truex, e Kyle Busch, come Hamlin portacolori Toyota e del team Gibbs, oltre a Joey Logano, con la Ford superstite del team Penske.

Ancora una volta, le migliori Chevrolet si sono dovute accontentare delle briciole. Precisamente delle posizioni dall'ottava alla decima, con Austin Dillon, Chase Elliott e Kurt Busch. Poco fuori dalla top-10 Jimmie Johnson, mentre al settimo posto ha conquistato un altro ottimo piazzamento Matt DiBenedetto con la Mustang del team Wood Brothers, scuderia supportata da Penske. Il pilota di origini italiane ha così migliorato ulteriormente la sua posizione in ottica playoff, e i suoi diretti inseguitori dovranno necessariamente conquistare almeno un successo per scavalcarlo. nelle quattro gare di regular season che rimangono.

Da segnalare altri due contatti degni di nota, entrambi causati da forature, quelli di Christopher Bell (finito comunque diciassettesimo) ed Alex Bowman. 

L'ordine d'arrivo della Consumers Energy 400 al Michigan International Speedway:


1 - Kevin Harvick (Ford Mustang) – Stewart  - 156 giri

2 - Denny Hamlin (Toyota Camry) – Gibbs  - 156

3 - Martin Truex Jr. (Toyota Camry) – Gibbs  - 156

4 - Kyle Busch (Toyota Camry) – Gibbs  - 156

5 - Joey Logano (Ford Mustang) – Penske  - 156

6 - Aric Almirola (Ford Mustang) – Stewart  - 156

7 - Matt DiBenedetto (Ford Mustang) – Wood  - 156

8 - Austin Dillon (Chevy Camaro) – Childress  - 156

9 - Chase Elliott (Chevy Camaro) – Hendrick  - 156

10 - Kurt Busch (Chevy Camaro) – Ganassi  - 156

In campionato

1. Harvick 916; 2. Keselowski 779; 3. Hamlin 776; 4. Blaney 741; 5. Elliott 721