Appena vinto il titolo mondiale, sono già stati appiedati! La Porsche venerdi 25 novembre ha annunciato con un comunicato che Marc Lieb e Romain Dumas, due dei tre piloti che con Neel Jani hanno vinto il titolo mondiale Endurance Piloti 2016 al volante della 919 Hybrid appena sei giorni fa in Bahrain non faranno parte del programma LMP1 2017.

Troppo facile ironizzare con la battuta “vincenti e licenziati”, però le cose in realtà sono un po’ diverse. Si sapeva da tempo che questa sarebbe stata l’ultima stagione di alcuni di loro. I piloti Porsche avevano tutti contratti triennali perché triennale era il piano di impegno Porsche nell’Endurance. Dumas, Lieb e Jani hanno completato perfettamente il contratto vincendo nel 2016 sia la 24 Ore di Le Mans sia il titolo mondiale Piloti Endurance, le due massime aspirazioni per un pilota a ruote coperte.

24 Ore di Le Mans, vince Porsche con un colpo di scena mai visto

Siccome Lieb (36 anni) e Dumas (38 anni) sono i più anziani del gruppo assieme a Webber (40 anni), il loro ciclo agonistico è terminato. Anche se resteranno nel giro Porsche. Specie Lieb che è un dipendente Porsche a tempo pieno perché è un ingegnere che lavorava al reparto ricerche e sviluppo di Weissach quando a 20 anni ha cominciato a correre in GT. Ora Lieb tornerà al mestiere di ingegnere e probabilmente farà il tester per sviluppare le Porsche da corsa per i compagni. Jani è stato riconfermato anche perché a tempi sul giro si è dimostrato spesso il più veloce dell’intera squadra Porsche.

Con l’uscita di Lieb, Dumas e anche di Webber che ha subito la stessa sorte, ora si liberano ben tre posti nello squadrone Porsche. Verranno sicuramente promossi sulla 919 n.1 al fianco di Jani Nick Tandy e Earl Bamber, i due giovani piloti del vivaio Porsche che nel 2015 vinsero a sorpresa la 24 Ore di Le Mans assieme a Hulkenberg e che quest’anno erano stati sacrificati quando fu tagliata per motivi di risparmio la terza vettura per Le Mans. Mentre sull’altra 919 al posto di Webber dovrebbe arrivare André Lotterer transfuga Audi, a far squadra con Bernhard e Hartley