Sarà Posche Penske Motorsport la squadra ufficiale che correrà nel WEC e in IMSA a partire dal 2023, con il prototipo di Classe LMDh. A Stoccarda si è scelta la via di una collaborazione con il team Penske, che rinnova un rapporto nelle corse attivo già negli anni Settanta, in serie Can-Am allora e Porsche 917, poi in epoca più recente, LMP2 con Porsche RS Spyder e i successi tra 2006 e 2008.

Sterzi a parte: Ferrari nell'endurance? Patrimonio dell'umanità!

Su telaio di Classe LMP2 sappiamo come si svilupperà l'alternativa "economica" alle Hypercar, differenze che non saranno tanto nella potenza massima del sistema, da 680 cavalli, quanto piuttosto nello schema dell'ibrido, due ruote motrici per le LMDh, quattro ruote motrici per le Hypercar, fino ad arrivare alla libertà progettuale sul telaio riconosciuta ai Costruttori di Hypercar, dove le LMDh (Le Mans Daytona hybrid) dovranno ricorrere a uno dei quattro telaisti di Classe LMP2. 

Squadra factory e team clienti

Se la squadra ufficiale Porsche è un sodalizio con il team Penske, siglato per "più anni" come genericamente indica la nota che ufficializza l'accordo - con due macchine impegnate nel campionato WEC e nella serie IMSA -, dal 2023 i prototipi verranno forniti anche alle squadre clienti. Una scelta parallela a quanto farà Audi Sport, che con Porsche collaborerà nello sviluppo del motore termico.

Due strutture negli USA e in Europa

"Siamo lieti di essere riusciti a formare questa collaborazione con il team Penske. Per la prima volta nella storia di Porsche Motorsport, la nostra azienda avrà una squadra globale che correrà nelle due più importanti serie dell'endurance. A tal fine struttureremo le basi su entrambe le sponde dell'Atlantico e ci permetterà di creare le strutture ideali delle quali abbiamo bisogno per raccogliere vittorie assolute a Le Mans, Daytona, Sebring, ad esempio", le parole di Oliver Blume, presidente del Consiglio d'amministrazione Porsche.

Negli USA, il team Porsche Penske Motorsport avrà sede a Mooresville, quartier generale in North Carolina.

Clienti "alla pari"

"Non solo, dal 2023, terremo le dita incrociate per le nostre quattro macchine ufficiali che  avremo (WEC più IMSA; ndr) ma anche per le squadre clienti. I nuovi prototipi LMDh verranno iscritti come macchine clienti in entrambe le serie già dalla stagione 2023 e a queste squadre partner verrà dato il nostro pieno supporto, qualsiasi cosa impareremo dal nostro impegno ufficiale verrà condivisa con loro", ha aggiunto Michael Steiner, del board per la Ricerca e sviluppo.

In casa Penske è il gran capo Roger Penske a battezzare l'accordo: "Questo è un giorno di fierezza per l'intera organizzazione Penske. Abbiamo rappresentato Porsche in pista e nel nostro business per più di 60 anni. La tradizione e successo che abbiamo vissuto insieme è senza pari nelle rispettive storie. Non vedo l'ora di iniziare a costruire un programma corse globale con Porsche, che competa per vincere gare e campionati in futuro".