Formula 2 e Formula 3 sono pronte a cambiare. Dal 2022 le due categorie che fanno da anticamera alla Formula 1 torneranno ad essere disputate nello stesso weekend, e non più a fine settimana alterni come avvenuto quest'anno. L'esperimento di alternare i due campionati e far loro disputare una corsa in più nel singolo evento al fine di contenere i costi non è stato troppo apprezzato e così a partire dalla prossima stagione si tornerà un po' alle origini, con una sessione di libere, una di qualifiche e due gare. Diversi saranno anche i sistemi di punteggio.

Formula 2 e Formula 3, piccole differenze

L'assegnazione dei punti tra F2 ed F3 è piuttosto simile ma non uguale. Per entrambi i campionati ci saranno in palio un massimo di 39 punti a weekend, ed in tutti e due i casi verranno assegnati 2 punti all'autore della pole position (quest'anno erano 4) ed uno a chi metterà a segno il giro veloce in ciascuna gara (i punti per il giro veloce invece quest'anno erano 2), a patto che quest'ultimo concluda nei primi 10. La Feature Race, ovvero la corsa principale del fine settimana, la cui griglia di partenza è stabilita dall'ordine di classifica delle qualifiche, manterrà sia per la F2 che per la F3 il sistema di punteggio della Formula 1, con quest'ordine dal primo al decimo: 25-18-15-12-10-8-6-4-2-1. Diversa invece la Sprint Race per i due campionati: in F2 si scatterà con la top 10 invertita delle qualifiche, ed i punti assegnati ai primi 8 ricalcheranno il sistema presente in F1 fino al 2009, ovvero 10 al primo, 8 al secondo, 6 al terzo e poi via a scalare di uno dal quarto all'ottavo; per quanto riguarda la F3 invece l'inversione comprenderà i primi 12 ed i punti verranno assegnati alla top 10, con 10 punti al primo scalando di uno fino al decimo classificato.