Come annunciato dal Presidente della FIA Jean Todt durante la conferenza stampa tenuta a Sochi lo scorso 10 ottobre, è stata definita la composizione di un gruppo di esperti che dovrà far luce sull’incidente che ha coinvolto Jules Bianchi nel corso dello scorso Gran Premio del Giappone (leggi QUI). Il gruppo effettuerà una revisione completa dell’incidente al fine di ottenere una migliore comprensione dell’accaduto, e proporrà nuove misure per rafforzare la sicurezza in circuiti, con le raccomandazioni da suggerire al Presidente della FIA. Il gruppo di lavoro inizierà la sua attività questa settimana con l’obiettivo di presentazione una documentazione completa dei suoi accertamenti in occasione della prossima riunione del World Motor Sport Council, in programma il 3 dicembre 2014 a Doha, in Qatar. La presidenza del gruppo di lavoro è stata affidata a Peter Wright (presidente della Commissione Sicurezza FIA) che dovrà cooperare con i membri: Ross Brawn, Stefano Domenicali (a destra nella foto con Jean Todt), Gerd Ennser (rappresentante dei commissari sportivi), Emerson Fittipaldi, Eduardo de Freitas (Direttore di Gara WEC),  Roger Peart  (Presidente della Commissione circuiti, Presidente della ASN di Canada, F1 Steward), Antonio Rigozzi (avvocato, giudice presso la Corte d’Appello Internazionale della FIA), Gérard Saillant (Presidente della Commissione Medica) e Alex Wurz (presidente della GPDA). Roberto Chinchero