Nei Gran Premi europei la Ferrari si sposta con un volo charter, che consente non solo di poter atterrare nell’aeroporto più vicino al circuito, ma anche di non aver vincoli sugli orari di partenza e rientro. E così dopo la vittoria dell’Hungaroring, la Scuderia ha affrettato il ritorno a Bologna, ed il successivo spostamento al ristorante Montata, a Fiorano, storico quartier generale della Ferrari quando si tratta di cene celebrative. Si è arrivati un po’ tardi, dopo le 23:00, ma tutto era pronto per dare inizio alla festa “rossa”. Ovviamente la presenza è stata al completo, con Vettel, Arrivabene, Allison, e tutto il team reduce dalla trasferta ungherese. Unico assente Kimi Raikkonen, in questa occasione una mancanza compresa da tutta la squadra, visto l’epilogo deludente del weekend ungherese. Terminata la festa Vettel ha fatto rientro in Svizzera, mentre per la squadra ci sarà qualche giorno di riposo dopo una prima metà d’estate molto intensa. Per una volta i lunedì ad alta tensione si sono registrati nel quartier generale della Mercedes, dove i vertici (Lauda e Wolff) hanno puntato il dito contro i problemi emersi (come a Silverstone) nelle fasi di partenza. In Inghilterra furono le Williams a scavalcare le Mercedes, mentre a Budapest le due Ferrari. Cosa accadrà nella prossima tappa in Belgio dove il sistema di partenza sarà modificato come richiesto dal regolamento? Forse per Hamilton e Rosberg sarà una fortuna, ma in Mercedes è già allarme. Roberto Chinchero