Caso gomme, si pensa un manuale d’uso

Caso gomme, si pensa un manuale d’uso
Fia e Pirelli potrebbero imporre ai team un prontuario per evitare che forzino pressioni e impiego degli pneumatici

Redazione

28 agosto 2015

Gli effetti del caso gomme di Vettel continuano. Alla vigilia di Monza, dietro sollecitazione della Pirelli, la Fia potrebbe presentare ai team un “prontuario d’uso” (delle gomme ovviamente). Che non avrebbe valore di disposizione regolamentare in quanto la modifica del regolamento tecnico prevede una procedura complessa, non attuabile entro le tempistiche del Gp di Italia. Ma contro il quale crediamo che nessuna squadra vorrebbe andare. Questo prontuario prevederebbe non soltanto dei limiti massimi relativi alle pressioni di gonfiaggio, ai valori di camber e alle temperature delle termocoperte. Ma anche un numero di km massimi percorribili con ogni gomma. Disposizioni che crediamo nessun team si prenderebbe la responsabilità di violare. La Pirelli inizialmente aveva anche pensato all’eventualità di cambiare la scelta delle mescole a Monza (medie e soft), portando invece il tipo Hard, ma l’idea è al momento rientrata. Perché al di là dei problemi logistici che la cosa presenterebbe, di fatto sarebbe stata una ammissione di avere sottovalutato le scelte delle mescole. Resta il fatto che la Fia, sempre più claustrofobia nei controlli tecnici di tutte le componenti della vettura, sembra invece avere trascurato i controlli sulle gomme anche quelli più sommari. A che pressione i team le gonfiano? Con che tipo di gas, quello imposto dal regolamento o qualcos’altro? Giusti si sono accorti dopo qualche giro che Bottas aveva montato gomme di mescola diversa nel secondo stint. Ma quello era esageratamente lampante! Le norme regolamentari e le raccomandazioni Pirelli invece specificano molte regole da osservare (articolo 12.7.1 del regolamento tecnico): a partire dalla stessa composizione del gas per gonfiare gli pneumatici, fino ai valori corretti di pressione. Ma nessuno controlla che i team le rispettino davvero. Cesare Maria Mannucci

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi