A sorpresa Nico Rosberg porta a casa la 15° vittoria in carriera (eguagliando Button) e si trova in testa al mondiale dopo una gara. Proprio lui che sembrava quello più in difficoltà dei top quattro. Rosberg aveva iniziato questo week end con un incidente contro il muro sul bagnato, aveva perso la sfida contro Hamilton per la pole rimediando sempre 2/3 decimi di distacco dal compagno ma in gara, aiutato anche dalla eccellente strategia Mercedes che gli ha montato le gomme medie durante la sospensione della gara, ha battuto tutti sonoramente. “È bello iniziare così la stagione; una vittoria che dà la carica. Vincere la prima gara così è buono per me ma anche per il mondiale. Il team è stato bravisimo: mi hanno fatto una strategia da bestia per battere le Ferrari...”. Vettel: "Oggi eravamo più forti" Rosberg però non si dà un brutto voto per la partenza, anche se ha perso le posizioni vantaggio delle due Ferrari. “In partenza è stato difficile, ma poi è andata bene. Hamilton di fianco a me è proprio scattato male; io invece non ero partito malissimo considerando che partivo dalla parte sporca della pista che aveva meno aderenza. Non è stata una partenza così brutta. Poi pensavo di poter stare davanti a Vettel alla prima curva perché gli ero quasi a fianco ed ero interno. Invece lui ha fatto una bella frenata, io a mia volta ho bloccato le gomme, così Sebastian è passato”. Certo, Rosberg poi non dice che finito un po' lungo ha chiuso Hamilton portandolo largo in uscita di curva: così facendo, i due si sono rallentati a vicenda e così anche Raikkonen ne ha approfittato scavalcandoli in accelerazione. Alberto Sabbatini