L'ultima ora di prove libere a Melbourne ha visto nuovamente Hamilton nel ruolo di lepre, con il tempo di 1'22"292 dopo aver girato solo con le Pirelli soft. Lo stesso per Ferrari che piazza entrambe le macchine appena dietro al britannico, con Vettel staccato di 0"264 (anche per via di un piccolo errore nell'ultimo settore) e Leclerc a 0"457. Questo quando Bottas ha svolto run più lunghi che, assieme a un errore nel "giro buono", non gli hanno permesso più del 7° tempo a 1"130.

Prove di diverso tipo per la Red Bull che piazza Gasly 6° a 1"075 mentre Verstappen è solo 9° a 1"189: all'olandese è stata fra l'altro sostituita la scocca della sua RB15 per problemi con il serbatoio e con l'alimentazione, cercando così di superarli alla radice. Ciò ha permesso alla Haas di salire con entrambi i piloti tra Ferrari e Red Bull: Grosjean ha il 4° tempo a 0"820 dal vertice e Magnussen il 5° a 1"042.

Anche stavolta in evidenza Kvyat che porta la Toro Rosso in ottava posizione (+1"150) con le Renault 10ª e 11ª: Ricciardo e Hulkenberg rispettivamente, staccati tra loro di soli 42 millesimi. Seguono abbastanza vicini Giovinazzi, Sainz e Perez, mentre gli altri sono più staccati, in particolare la Williams che è sempre a circa 4 secondi dalla vetta e in più si trova a dover sistemare la macchina di Kubica, che ha avuto un incidente all'ingresso della pitlane.

QUI TUTTI I RISCONTRI DELLE PROVE A MELBOURNE