«Questo era un fine settimana in cui limitare i danni in termini di campionato – è Toto Wolff a parlare dopo la fine del GP a Spa – quindi possiamo essere soddisfatti di aver concluso con un doppio podio e una gara forte da parte di Lewis e Valtteri. Questo pomeriggio la nostra macchina è stata veloce, ma era evidente come non ne avessimo abbastanza contro i nostri avversari in rettilineo, nonostante DRS e scie».

Non c'era nulla da fare, quindi, contro le Ferrari? «Quando concludi la gara così vicino al vincitore, ovviamente guardi indietro a cosa avresti potuto fare meglio o diversamente: forse l'ideale sarebbe stato far sostare Lewis un giro prima, ma è facile dirlo con il senno di poi», spiega il team principal Mercedes.

James Allison fa praticamente eco: «Avremmo sperato qualcosa di più, ma sarebbe ridicolo non essere contenti di un secondo e un terzo posto molto concreti e di tutti i punti che ci portano. Charles è stato irraggiungibile ieri in qualifica, e anche se oggi sembrava più alla nostra portata, è stato bravo a gestire la gara».

Dal punto di vista tecnico, l'analisi del DT Mercedes prosegue: «Ci sono stati molti motivi per essere soddisfatti delle nostre prestazioni oggi: la macchina ha fatto lavorare bene le gomme, con un degrado inferiore rispetto ai nostri principali concorrenti e con prestazioni eccellenti in curva. Quindi, guardando avanti da qui ai circuiti che ci aspettano, Monza non sarà facile, ma possiamo guardare alle gare successive con un certo grado di fiducia».