Dopo aver passato quattro GP consecutivi a guadare le performances delle Ferrari primeggiare sul giro secco, in Mercedes hanno rialzato la testa: Bottas e Hamilton hanno primeggiato nei due turni di libere, mostrando un ritmo molto consistente anche sul passo gara.

A Suzuka ha esordito un nuovo pacchetto di aggiornamenti, che ha contribuito far apportare la firma della W10 sui due turni di prove libere. Risultato importante, perché ha permesso l’immediata verifica in pista del buon funzionamento delle nuove parti e, visto l’imminente arrivo del tifone Hagibis, anche una prima fila virtuale: infatti, se non sarà possibile disputare le qualifiche domenica mattina, saranno i risultati della FP2 a fare la griglia di partenza.

Con il programma di sabato cancellato, condensare tutto il lavoro di preparazione degli assetti in un giorno non è stato facile e in Mercedes, si sono adattati: “È stato più interessante di un normale venerdì perché abbiamo dovuto cambiare programmi e adeguarci al  maltempo atteso domani - Ha detto Andrew Shovlin - Avevamo già deciso, ben prima di venire a conoscenza della cancellazione delle sessioni di sabato, di anticipare al venerdì l’utilizzo di un set di gomme previsto per FP3 e qualifica. Poi, quando abbiamo saputo che i tempi delle FP2 sarebbero stati usati per formare la griglia in caso di annullamento delle qualifiche domenica mattina, abbiamo deciso di usare una mappatura più potente e meno benzina del solito, per portare a casa tempi buoni”.

A giudicare dai rilievi cronometrici, non solo sul giro secco, ma anche sul long run in Mercedes tutto è andato secondo i piani: “La sessione è stata soddisfacente, il kit di aggiornamento che abbiamo portato qui sembra funzionare e entrambi i piloti sono convinti che ci sia altro potenziale da tirare fuori dall’auto. Stasera lavoreremo al nostro normale programma, in modo che le macchine siano pronte per le qualifiche di domenica mattina. Stasera imballeremo l'attrezzatura per evitare che il tifone le danneggi e ci assicureremo che le auto e box siano al sicuro da eventuali danni in caso di alluvione”.

Sarà un sabato diverso dal solito, con un occhio alla tabella di lavoro per preparare qualifiche e gara in un giorno, e uno al meteo, con l’apprensione per quello che potrebbe accadere di grave. La furia del tifone fa paura. Conclude Shovlin: “Domani non ci sarà permesso di entrare nel circuito, quindi faremo in hotel le riunioni per prepararci a una domenica molto intensa. È sempre abbastanza difficile affrontare sia le qualifiche sia la gara in un giorno, ma la sfida è molto divertente e non vediamo l'ora. Speriamo che tutti rimangano al sicuro domani e che il circuito sopravviva alla tempesta in modo da poter fare un bello spettacolo per i fan domenica”.