Sebastian Vettel ha mancato l’appuntamento con la pole a Interlagos, ma contro un Verstappen in questa forma c’era veramente poco da fare. Ad ammetterlo è il tedesco stesso, che a qualifica finita, si è andato a complimentare con l’avversario, riconoscendone i meriti.

Vettel non è andato oltre il secondo posto, a poco più di un decimo dall’olandese, a causa di un errore nel primo run. Nel secondo tentativo non ha trovato lo spunto per migliorarsi, ma è almeno riuscito ad assicurarsi la prima fila: “Ho fatto un errore all’uscita della prima curva nel primo tentativo - Ha commentato Seb - Però Max si è migliorato ulteriormente nel secondo tentativo, quindi giù il cappello la pole, è sua. Sono contento della prima fila vedremo cosa riusciremo a fare domani. la macchina è andata bene, si è migliorata nel corso delle qualifiche, speriamo di poter proseguire su questa strada anche domani”.

Sul passo gara, la SF90 non è sembrata essere costante come Red Bull e Mercedes. Le RB15 e le W10 sono sembrate più gentili nella gestione delle gomme, anche se i meccanici della Stella hanno giocato molto con le termocoperte per tenere sotto controllo le temperature delle Pirelli.  “Difficile dire chi è favorito - Ha concluso Seb - Red Bull e Mercedes sono migliori nella gestione delle gomme, ma se siamo lì significa che abbiamo potenza e velocità. Vediamo come si svilupperà la gara. Sono cautamente ottimista, dovrebbe essere un buon GP per noi”.