Williams ha un disperato bisogno di mostrare segni di vitalità e recupero nel 2020, dal ruolo di fanalino di coda in Formula 1 al quale sembra tristemente destinato anche quest’anno. Russell e Latifi piloti titolari, è Roy Nissany il nuovo tester. L’annuncio del pilota israeliano è avvenuto nel corso di un evento dedicato a Tel Aviv, nel corso del quale sono emersi i dettagli dell’impegno di Nissany.

In pista nelle libere

Un passato nel campionato World Series, poi la Formula 2 nel 2018 - categoria che ritroverà nel 2020 - un test con Sauber in Formula 1 già nel 2014. Nissany, 25 anni, prenderà parte a tre sessioni di prove libere 1 nel corso della stagione, week end nei quali seguirà il lavoro del team sul campo.

Guiderà anche in una delle due giornate di test conclusivi ad Abu Dhabi, oltre all’attività prevista al simulatore in fabbrica, dove sarà impegnata anche la pilota di sviluppo, confermata, Jamie Chadwick.

Il supporto Israel Start-Up Nation

“E’ un piacere dare il benvenuto a Roy Nissany in Williams nel ruolo di test driver. Roy ha dimostrato le proprie capacità di guida nel test di Abu Dhabi lo scorso anno e siamo rimasti estremamente colpiti da ciò che è riuscito a fare in un poco tempo. È un tipo che lavora sodo e non vediamo l’ora di lavorare insieme”, ha commentato Claire Williams.

Sterzi a parte: Viva Kimi, il non adulterato!

In occasione delle tre uscite in pista nel corso delle libere 1, sulla Williams andrà anche il logo del progetto Israel Start-up Nation, a supporto anche altri programmi sportivi avviati dal paese mediorientale, come una Ciclyng Academy. Israele culla di nuove iniziative imprenditoriali, seconda solo agli USA per numero di start-up in rapporto alla popolazione.

Esperienza preziosa

“Sono entusiasta di diventare tester Williams, si tratta anche di un traguardo per il motorsport in Israele. Quando per la prima volta ho provato ad Abu Dhabi lo scorso dicembre mi sono sentito immediatamente a mio agio in macchina e parte del team.

L’esperienza che farò quest’anno, immergendomi nell’ambiente Williams, si dimostrerà di enorme valore e non vedo l’ora di iniziare a lavorare, in pista e fuori”, ha spiegato Nissany.

L'Editoriale del Direttore: Sfidanti fissi nel Circus della F.1