Una sparata a dir poco originale, per non dire folle. Helmut Marko, spesso sopra le righe nelle sue dichiarazioni, stavolta si spinge addirittura ad augurarsi che i suoi piloti vengano contratti dal Coronavirus. Ed avrebbe anche trovato il modo di come fare.

Ferrari, la produzione ripartirà dopo Pasqua

Malati ora, sani dopo

Marko sostiene che ammalandosi subito, i suoi piloti possano poi essere sani una volta che partirà il mondiale, come ha affermato in una video intervista all'austriaca ORF, e vorrebbe organizzare una specie di "campus" per farli contagiare: "Abbiamo quattro piloti in F1, più una decina di piloti junior. L'idea sarebbe quella di organizzare un campo, un ritrovo per farlo accadere. Sarebbe il momento perfetto per l'infezione, perché in questo modo sarebbero poi pronti per quando torneremo a correre, dal momento che dovrebbe trattarsi di un campionato molto impegnativo una volta che si comincerà. Sono tutti ragazzi giovani, forti ed in ottime condizioni fisiche, ce la farebbero".

Rischio fallimento per alcuni team

Red Bull ovviamente contraria

Non la pensa chiaramente così la Red Bull, come afferma Marko: "La mia proposta non è stata accolta ed è stata abbandonata. Mettiamola così, non è stata ben accetta". Detto ciò, l'ex pilota ha parlato della preparazione del suoi piloti: "E' ideale per i piloti allenarsi ora, se ci sarà la stagione con 15 o 18 gare, sarà molto complicato, non avranno la possibilità di migliorare la loro condizione fisica durante una stagione del genere quindi è ideale che sfruttino questo periodo".

Sondaggio: cosa vi manca di più della F1?