“Bloccato da Seb” e “Sogni di un contratto mega in Ferrari distrutti”. Sensazionalismo sufficiente per scomodare Lewis Hamilton e portarlo a mettere i puntini sulle “i” dal suo Instagram. Lewis replica a quanto pubblicato dal tabloid The Sun per sconfessare una ricostruzione dei movimenti del mercato piloti dal titolo urlato.

Sterzi a parte: Stirling Moss, non ti dimenticheremo

“Innanzi tutto non c’è il sogno di precipitarsi in un altro team. Sono con la mia squadra dei sogni”, puntualizza Hamilton.

“Seconda cosa, non esiste nulla sulla mia strada visto che non sto provando a spostarmi. Sono con le persone che si sono prese cura di me dal primo giorno. Siamo il miglior team! @mercedesamgf1”, conclude la storia Instagram.

Ferrari, Seb o una rosa di 3 nomi

La permanenza di Hamilton in Mercedes non è in discussione, al tempo stesso altre appaiono essere le alternative a un eventuale mancato accordo tra Vettel e la Ferrari, posizioni al momento differenti sulla durata del contratto, anzitutto.

Le alternative a Sebastian possono essere nei nomi di Daniel Ricciardo, di Carlos Sainz, di Antonio Giovinazzi.

Lewis, Max e Charles

I rumours legati a Lewis Hamilton affondano le radici sul finire del 2019, per molti dichiarazioni fatte trapelare ad arte e, vista l’evoluzione assunta dal mercato piloti, favorevoli a Lewis nell’elemento di un Max Verstappen accordatosi con Red Bull fino al termine del 2023. Max, principale alternativa che avrebbe potuto opporre Mercedes in una fase di contrattazione con Lewis.

Wolff diventa azionista Aston Martin

Una Ferrari che ha prolungato il contratto con Charles Leclerc, procedendo a un adeguamento economico, ha messo al sicuro il futuro e su cifre assolutamente competitive, un futuro al quale dovrà fornire gli strumenti, una monoposto che sia vincente.

Quanto a Hamilton, i rumours vorrebbero una permanenza perlomeno biennale in Mercedes, con valori base confermati, a 45 milioni di euro.