Per la Germania, si tratta di una svolta storica. Perché dopo 30 anni, la rete Rtl non trasmetterà più la Formula 1 in chiaro. Finisce un'era per una buona fetta di appassionati teutonici.

Zanardi, l'ultimo bollettino

Successi tedeschi sulla tv tedesca

Molto probabilmente, anche in Germania a partire dall'anno prossimo la Formula 1 sarà visibile solo sulla tv a pagamento. Niente di ufficiale, anche se questa appena elencata è più di un'ipotesi. L'addio da parte di Rtl al Circus viene commentato così da Jorg Graf, l'amministratore delegato: “La concorrenza per i diritti tv è cambiata, il mercato si è surriscaldato in alcuni casi e quindi economicamente non regge. La nostra passione si concentrerà sul calcio come sport televisivo numero uno". Rtl aveva comprato i diritti per la F.1 nel 1991, quindi all'arrivo di Michael Schumacher, ed ha avuto la fortuna di raccontare sul campo ben 12 titoli Piloti conquistati da piloti tedeschi: i sette di Schumi, i quattro di Sebastian Vettel e quello di Nico Rosberg, oltre che al dominio Mercedes, casa anglo-tedesca sul versante F.1.

WeRaceAsOne, la F.1 in pista contro il razzismo

Decisione legata a Sebastian Vettel?

La decisione da parte della Rtl porta ad un sospetto: c'entra qualcosa il futuro di Sebastian Vettel? Il tedesco come sappiamo non rinnoverà con la Ferrari, e per il 2021 non ha ancora un contratto. Più passa il tempo, più prendono corpo le ipotesi o di ritiro definitivo oppure di anno sabbatico per Seb, che resta anche l'unico rappresentante della Germania attualmente in griglia. Senza di lui, sarebbe più facile capire la decisione da parte di Rtl di non rinnovare gli onerosi accordi per trasmettere i gran premi in Germania.

E-prix di Roma 2021, c'è la fata