Si chiama #WeRaceAsOne ed è il grido che la Formula 1 lancia contro il razzismo. Letteralmente "Noi corriamo come se fossimo una cosa sola", è l'iniziativa che il Circus ha deciso di intraprendere per la tolleranza delle diversità, e debutterà in Austria.

Hamilton scende in piazza a Londra

L'arcobaleno della F.1

Si preannuncia una campagna dal forte impatto visivo, seguita da altre iniziative a sostegno della diversità più concrete che saranno svelate nei prossimi giorni. L'immagine che diffonderà la Formula 1 sarà quella di un arcobaleno formato dai colori di tutte le monoposto del campionato accompagnato dall'hashtag presentato in apertura. Questo arcobaleno sarà presente sulle vetture, ai box e sulle tribune, e si tratta del primo passo della F.1 contro il razzismo. In Austria, ci sarà anche l'occasione per ringraziare tutte quelle persone che hanno combattuto in prima linea contro il Covid, in una lotta in cui ha dato il suo piccolo contributo anche il Circus.

Carey: "Il razzismo deve finire"

Chase Carey, presidente e CEO della F.1, è orgoglioso del nuovo progetto: "La nostra prima gara in Austria all'inizio di luglio sarà un gran momento per il nostro sport dopo quasi quattro mesi senza corse. Sarà un momento importante per la comunità della F.1 ma anche il momento per prendere atto di alcune questioni che sono più grandi di qualsiasi altro sport o paese. L'iniziativa del #WeRaceAsOne che abbiamo lanciato in supporto del #PurposeDriven Movement presentato dalla FIA nella scorsa settimana è il nostro modo di dire grazie al coraggio ed all'unità che ognuno nel mondo ha mostrato in questo periodo inedito. Sarà anche una piattaforma per la F.1 per ritrovarsi insieme ed ottenere risultati contro i problemi più importanti che interessano noi come sport ed il mondo. Questo è il motivo per cui alla nostra prima gara in Austria la Formula 1 si schiererà unita per dire forte e chiaro che il razzismo deve finire. Mostreremo il nostro totale supporto nella lotta alla disuguaglianza durante il fine settimana e aumenteremo i nostri sforzi per rendere la Formula 1 più variegata e aperta a tutti. Come sport globale dobbiamo rappresentare la diversità e gli interessi dei nostri fan, ma dobbiamo anche ascoltare di più e capire cosa debba essere fatto ed andare avanti su quella strada".

Sterzi a parte: forza Alex!

Lo slogan

Il #WeRaceAsOne è solo la frase conclusiva di uno slogan più articolato, che recita così: 


"Corriamo per competere
Corriamo per l'eccitazione
Corriamo perché è nel nostro sangue
Ma per cambiare il nostro sport in meglio
E cambiare il mondo una volta per tutte
Dobbiamo correre per qualcosa di più grande
Per i lavoratori in prima linea
Per l'integrazione e l'uguaglianza
Per un futuro migliore
Noi corriamo come se fossimo una cosa sola"