Ritrova la pista anche Red Bull, a Silverstone, con Alex Albon al volante della RB16. Alla fine il team ha optato per una giornata di preparazione in vista del debutto in Austria, la prossima settimana. Operazioni al box da simulare e 100 km da poter coprire, come prevedono le limitazioni sui filming day con la monoposto della stagione in corso. Un'opportunità sfruttata ieri da AlphaTauri a Imola.

Si tratta della seconda uscita di questo tipo per Red Bull, dopo lo shakedown condotto il 21 febbraio scorso, in occasione della presentazione della RB16 e prima delle sessioni di test invernali a Barcellona.

Verstappen, 3 giri in Austria per ritrovare il limite

Finalmente in pista

Una scelta obbligata, non potendo contare su una monoposto vecchia di due stagioni con la quale effettuare un test libero nei chilometraggio consentito, causa assenza di una power unit Renault – unità sotto al cofano nel 2018 –.

Tra i piloti, poi, la scelta è caduta su Alex Albon in ragione delle limitazioni previste all’accesso nel Regno Unito per chi proviene dall’estero, con l’obbligatorietà di un periodo di quarantena di 14 giorni da osservare. Scenario che ha impedito a Verstappen di vivere un anticipo di Formula 1: la ritroverà nel venerdì di Spielberg.