Strepitoso Lewis Hamilton nel sabato austriaco. Sotto una pioggia torrenziale è sua la pole position del Gp di Stiria, arrivata dopo un giro monstre in qualifica: 1'19"273, addirittura 1"2 rifilato a Verstappen. Malissimo le Ferrari: Vettel è 10°, Leclerc 11°.

Rivivi le qualifiche

Hamilton: "Adoto guidare sotto la pioggia, che pole!"

Che giro di Lewis

Una Q3 molto intensa, con la classifica in continuo cambiamento ed i piloti alle prese con un giro veloce dietro l'altro. Il numero uno con la pioggia però si è confermato Lewis Hamilton, che ha ritoccato il proprio tempo proprio all'ultimo passaggio, pur essendo già in pole. Verstappen infatti, nel tentativo di migliorare ulteriormente, ha commesso un errore nel suo ultimo tentativo, dove stava migliorando parecchio. L'olandese partirà secondo, davanti ad un grandioso Carlos Sainz e ad un Bottas meno a suo agio rispetto ad Hamilton: il finlandese si è preso quasi un secondo e mezzo dal compagno di squadra. Quinto tempo per un ottimo Ocon, seguito da Norris, Albon, Gasly, Ricciardo e Vettel, con il tedesco alle prese con una SF1000 poco competitiva e lontana dal tempo della pole addirittura di 2"378. Da ricordare che Norris dovrà scontare una penalità di tre posizioni, e quindi scatterà nono, in quinta fila con Vettel.

 

Q2: Leclerc fuori dalla top ten!

Per la Ferrari una Q2 molto simile a quella di sette giorni fa, ma a parti invertite: stavolta è Charles Leclerc che resta escluso dalla top ten con l'11° tempo (ritardo di 1"8 dal più veloce della Q2, Hamilton), appena dietro al compagno di squadra Vettel. Ottima qualifica invece per Russell, che si piazza in dodicesima posizione, a 91 millesimi dal tedesco ed appena 8 da Leclerc. Esclusi anche Stroll (giornata molto deludente per la Racing Point), Kvyat e Magnussen.

Q1: delusione per Perez e le Alfa

Una Q1 cominciata con una fila ferragostana in uscita dai box, con i piloti che sono scesi tutti quanti in pista girando con continuità. Una Q1 terminata con qualche secondo di anticipo per la bandiera rossa esposta per Antonio Giovinazzi, fermo a bordo pista dopo aver sbattuto. Eliminati Raikkonen, Perez, Latifi, Giovinazzi e Grosjean, con quest'ultimo che non è riuscito a fare segnare neanche un crono, forse per qualche problema sulla sua Haas. Clamorosa l'esclusione di Perez, per niente a suo agio con la Rp20 sul bagnato, mentre le Alfa Romeo-Sauber vengono ancora una volta eliminate nella prima sessione, proprio come una settimana fa.

Gp Stiria: la griglia di partenza

Fila 1: 1. Lewis Hamilton (Mercedes) 1'19"273           2. Max Verstappen (Red Bull) +1"216
Fila 2:  3. Carlos Sainz (McLaren) +1"398            4. Valtteri Bottas (Mercedes) +1"428
Fila 3:  5. Esteban Ocon (Renault) +1"649            6. Alexander Albon (Red Bull) +1"738
Fila 4:  7. Pierre Gasly (AlphaTauri) +1"755            8. Daniel Ricciardo (Renault) +1"919
Fila 5:  9. Lando Norris (McLaren) +1"652 (3 posizioni di penalità)          10. Sebastian Vettel (Ferrari) +2"378
Fila 6: 11. Charles Leclerc (Ferrari)           12. George Russell (Williams)
Fila 7: 13. Lance Stroll (Racing Point)           14. Daniil Kvyat (AlphaTauri)
Fila 8: 15. Kevin Magnussen (Haas)           16. Kimi Raikkonen (Alfa Romeo-Sauber)
Fila 9: 17. Sergio Perez (Racing Point)           18. Nicholas Latifi (Williams)
Fila 10: 19. Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo-Sauber)             20. Romain Grosjean (Haas)

Aggiornamento

In seguito a delle penalizzazioni, la griglia di partenza è cambiata nel seguente ordine: Leclerc, per aver ostacolato Kvyat, parte 14esimo, mentre Giovinazzi, per la sostituzione del cambio, partirà in 20esima posizione.