Una lezione di guida sul bagnato, l'ennesima da parte di Lewis Hamilton, che scatterà davanti a tutti nel Gp di Stiria. Un 1'19"273 che ha messo in riga tutti quanti, Verstappen (1"216 il ritardo dell'olandese) ma soprattutto il compagno di squadra Valtteri Bottas, che si è preso addirittura 1"428.

Gp Stiria, qualifiche: malissimo le Ferrari


"A Blackpool era peggio!"

La pole numero 89 per Hamilton è arrivata in condizioni precarie, che però hanno esaltato il suo stile: "Sono davvero contento, è stata una giornata complicata, erano condizioni terribilmente difficili per tutti. A volte non riuscivo a vedere neanche dove andavo, al penultimo giro mi sono anche spaventato e avevo il cuore in gola, ma per fortuna sono riuscito a fare un ultimo giro molto pulito. Comunque adoro queste giornate, mi ricordano di quando correvo da piccolo a Blackpool, tra kart e formule minori correvamo in condizioni nettamente peggiori".

Ieri Lewis voleva l'asciutto!

Hamilton pronto per domani

Sguardo alla gara: "Ieri è stata una giornata complicata, ho avuto anche un problema che abbiamo scoperto nella notte, ma niente di grosso. Sono convinto che rispetto a ieri saremmo andati meglio anche se oggi fosse stato asciutto, comunque sono contento per oggi perché io adoro correre con la pioggia. Domani dovrebbe essere soleggiato, siamo pronti per entrambe le condizioni, partiamo da una posizione ideale. Sono felice che sia stata una sessione senza problemi, non ho commesso alcun errore e questa è sempre una cosa positiva".