Una giornata storta capita anche ad un sei volte iridato. Ad ammetterlo è proprio Lewis Hamilton che domenica correrà il suo Gp preferito, quello di casa che solitamente è un tripudio di tifosi sugli spalti pronti a veneralo. Non parte bene per l'inglese la giornata di prove libere del Gp Gran Bretagna. A Silverstone infatti il leader della classifica piloti chiude le Fp2 col quinto tempo, davanti alla Ferrari di Leclerc che precede proprio l'altra Mercedes guidata da Bottas.

Archiviato un venerdì dominato dalla Racing Point di Stroll, fresco di nuovo compagno di scuderia Hulkenberg, Hamilton spera in una Fp3 migliore per domani mattina e ovviamente in una qualifica da protagonista come in queste prime tre gare del Mondiale 2020: "E' stata una giornata piuttosto difficile, sono onesto. La macchina non è bilanciata, almeno non tanto quanto piace a me. Qui tira sempre vento, che è una delle cose belle di questa pista perché arriva da varie direzioni. Il fatto è che oggi ha reso tutto molto difficile. Stasera bisognerà lavorarci per capire come risolvere il problema. Non è un disastro, ma è stata una giornata dura dal punto di vista della guida".

"Albon e Stroll molto veloci"

Il caldo a Silverstone non ha permesso alla W11 di essere spinta al massimo, ma fortunatamente domattina la temperatura dovrebbe scendere di dieci gradi e permettere a Lewis di confermarsi il King e non deludere le aspettative da superfavorito: "In generale non mi sono sentito a mio agio, non c'è un problema particolare. Il primo treno di gomme soft era buono, il secondo meno, ma abbiamo dei grandi ingegneri che potranno lavorare su queste cose. E' l'aspetto che rende questo team fantastico, andiamo sempre in profondità nei dettagli, per cui spero che entro stasera troviamo le risposte.

Oggi poi era bel tempo, domani penso che sarà più fresco. Se ho guardato cosa facevano gli altri in pista? No, non so dove abbiano terminato Vettel e Verstappen, so che Albon e Stroll sono stati molto veloci".