E' stato Lance Stroll a prendersi il miglior tempo nelle Fp2 del Gran Premio di Gran Bretagna sul tracciato di Silverstone. Un 1'27"274 con il quale il canadese ha messo in riga tutti, battendo Albon per appena 80 millesimi. Quarto tempo per Leclerc, solo 18° Vettel.

Racing Point, ecco Hulkenberg al posto di Perez

Classifica "strana"

Un venerdì all'insegna della Racing Point, con Stroll molto veloce e parecchio a suo agio con una Rp20 che nelle prime due sessioni del fine settimana si è ben comportata. La bandiera rossa dovuta al botto di Albon alla Stowe ha un po' rovinato i piani di lavoro alle squadre e quindi le simulazioni di qualifica non sono state proprio lineari come di consueto, ma comunque resta la bella prestazione di Stroll, nonostante si sia girato su tempi più alti rispetto allo scorso anno (aspetto probabilmente dovuto ad una riasfaltatura del tracciato molto poco testato da altre categorie). Terzo tempo per Bottas a 157 millesimi, quindi Leclerc (+0"296), Hamilton a 0"307 a completare la top five. Nessun tempo di riferimento per Verstappen, che chiude 14° ad oltre un secondo (ma con gomma media).

Nuovo MGU-K per Hamilton

Ferrari, tanti problemi per Seb

Il Cavallino può chiudere il suo venerdì con moderata soddisfazione, perché sia nelle Fp1 che nelle Fp2 Leclerc ha chiuso non lontano nei tempi dal vertice. Qualche preoccupazione in più legata al passo gara, con il monegasco che è andato incontro ad un notevole degrado con le gomme morbide, aspetto da studiare a fondo per i tecnici di Maranello per evitare brutte sorprese in gara. Giornata invece molto difficile per Vettel, che ha avuto problemi sia al mattino che al pomeriggio. Nelle libere 1 il tedesco è stato fermato dall'intercooler, con i meccanici che hanno smontato la macchina per analizzare a fondo il motore e scoprire che il problema non era così grave da imporre una sostituzione di power unit. Nel pomeriggio invece Sebastian ha visto il suo lavoro complicato da indeterminati problemi alla pedaliera, poi sostituita. Da segnalare una Ferrari abbastanza scarica a livello di ali per compensare la mancanza di potenza. Vedremo quali scelte di set-up faranno i tecnici della Ferrari per qualifiche e gara.

Hamilton: "Mi vedo qui per altri tre anni almeno"

L'analisi del passo gara

La bandiera rossa dovuta all'incidente di Albon ha un po' cambiato i piani di lavoro, quindi le simulazioni di gara di oggi potrebbero essere meno indicative del solito, sempre tenendo bene a mente che nessuno conosce i quantitativi di benzina a bordo delle varie vetture. Le simulazioni hanno comunque mostrato una Mercedes al top, che ha provato tutti i tipi di mescola: Hamilton e Bottas hanno stampato tempi di assoluto rilievo con le C3 (le più morbide), anche se le hanno utilizzate per pochi giri, girando Lewis sull'1'31"8 di media e Bottas leggermente più lento. L'inglese è poi passato alle dure, girando con un passo sull'1'32"3, mentre Bottas con le medie ha girato sull'1'31"8. Occhio però a Verstappen, che sulle medie ha girato mediamente un decimo più rapido del finlandese. Con le C2 Leclerc ha fatto uno stint molto più lungo di Valtteri e Max, ed ha chiuso con un passo medio sull'1'33"5: normale aver accusato più degrado degli altri due per via di un numero di tornate maggiore, ma anche ad inizio stint la Ferrari non era veloce come Mercedes e Red Bull. Poco indicativi i giri di Vettel, che ha girato su tempi molto alti con gomma morbida.