Il ruolo di primi degli altri dietro alla Mercedes è appurato, ma avvicinarsi alle W11 non sarà facile per una Red Bull che sta ancora cercando la prima vittoria stagionale. Dopo l'occasione gettata nella precedente gara di Silverstone, il team di Milton Keynes proverà a sfruttare una strategia di gara obbligatoriamente su due soste, almeno secondo Max Verstappen.

Hamilton: "Possiamo migliorare"

Non esiste la bacchetta magica

L'olandese ha tratto queste conclusioni dopo il venerdì in pista: "Stiamo facendo il possibile, non abbiamo la bacchetta magica per colmare il divario che ci divide dalla Mercedes in così pochi giorni, all'improvviso. Mi aspetto una gara in solitaria, credo che nelle qualifiche saremo tutti molto vicini. Sul passo gara invece credo che abbiamo qualcosa in più, ma è evidente che sarà impossibile effettuare solo una sosta, dunque mi aspetto una corsa gara sicuramente più movimentata con diversi pit-stop che potrebbero darci qualche possibilità con la strategia".  

Gp 70° anniversario, Fp2: cronaca, tempi e passi gara

La carta gomme

Questo invece è stato il commento di Albon: "Stiamo facendo un buon lavoro, migliorando alcuni aspetti rispetto alla scorsa settimana, e la cosa importante è che ho avuto un venerdì normale senza intoppi o incidenti. Siamo tutti molto vicini, con così poche gomme utili a livello di strategia abbiamo scelto di tenerne alcune da parte per la qualifica e la gara. Sarà fondamentale scegliere bene con quale mescola affrontare i tagli delle sessioni di qualifica. Domani tutti quanti si toglieranno la maschera e vedremo il vero quadro delle prestazioni”.

Binotto sulla questione Racing Point: "Non ci basta, valuteremo il ricorso"