Prima fila prenotata da parte della Mercedes per il Gp di Spagna, che hanno dominato le prove libere 2 nel venerdì pomeriggio catalano. Miglior prestazione per Hamilton davanti a Bottas, poi Verstappen. Ferrari non eccezionali nel giro secco, con Leclerc 6° e Vettel 12°.

Così nelle Fp1

Verstappen primo inseguitore

In Spagna la Mercedes è sempre stata forte, e anche quest'anno le cose stanno andando bene per la casa della Stella, molto in forma sia nelle Fp1 che nelle Fp2 dell'appuntamento spagnolo. Se in mattinata era stato Bottas il più rapido, nel pomeriggio i ruoli si sono invertiti, con Hamilton al top in 1'16"883, 287 millesimi più veloce della vettura gemella del finlandese. Terzo tempo come nelle libere 1 per Verstappen, in ritardo di otto decimi abbondanti. Quarto tempo per Ricciardo a 0"985, l'ultimo a contenere il distacco sotto al secondo. Una rediviva Haas, infatti, ha piazzato Grosjean in quinta posizione a 1"250 davanti a Leclerc, che ha pagato un ritardo di 1"264. Dietro di lui Sainz, Perez, Ocon e Gasly, mentre Vettel non è riuscito a fare meglio del 12° tempo, chiuso a un secondo e mezzo dalla vetta.

Abiteboul: "Racing Point dovrebbe perdere tutti i punti"

I passi gara

Se sul giro secco le Mercedes sembrano imprendibili, nei long run abbiamo visto una situazione diversa. Le W11 sono sempre formidabili, ma Max Verstappen è un avversario da non sottovalutare per la squadra di Toto Wolff, che comunque resta la favorita. Bottas, Hamilton e Verstappen hanno tutti quanti effettuato la loro prima simulazione di gara con le rosse. Con questi pneumatici (e senza conoscere, lo ripetiamo, i carichi di benzina) Bottas si è trovato molto bene, rivelandosi il più rapido e chiudendo con un passo medio sull'1'22"8, ben tre decimi di media più veloce di Hamilton e mezzo secondo davanti a Verstappen, il quale però ha chiuso uno stint leggermente più lungo. Anche Leclerc ha effettuato il primo run con le rosse, effettuando uno stint abbastanza lungo: il monegasco ha chiuso su un passo medio di 1'23"9, così come Albon, Perez e Ricciardo, anche se solo il messicano ha girato a lungo quanto la Ferrari numero 16. Nel passaggio alle medie, Verstappen è andato fortissimo girando su un passo medio di 1'22"5, stessa media di Hamilton che però ha concluso parecchi passaggi in meno. Bottas invece ha tentato un secondo stint con le dure, evidenziando un lungo stint con un passo di 1'23"2, contro l'1'23"8 di Perez a parità di mescola. Media di 1'22"5 anche per Leclerc, che però ha concluso sole tre tornate. Per Vettel invece discorso a parte, perché la Ferrari ha incrociato il lavoro: Charles è partito con le rosse per poi montare le medie, mentre il tedesco ha fatto il contrario; con le medie il tedesco ha girato sull'1'24"3, mentre nel secondo stint con le rosse ha chiuso sull'1'23"0, anche se con le medie ha effettuato solo due giri.