Non c'è proprio niente da fare contro questa Mercedes. Dopo aver dominato le tre sessioni di libere, la casa della Stella si è presa per intero la prima fila del Gp di Spagna, con Hamilton in pole davanti a Bottas. Terzo tempo per Verstappen, male la Ferrari: Leclerc è 9°, Vettel 11°.


Hamilton continua a scrivere la storia

Per la Mercedes non è una pole position banale, dal momento che si tratta della partenza al palo numero 100 in era ibrida. Di queste Lewis Hamilton ne ha portate a casa precisamente il 60%, e per Lewis fanno 5 pole a Barcellona: staccato Senna a quota 4, davanti a lui solo Schumi che al Montmelò ne ha portate a casa 7. Continua l'ottimo feeling della Mercedes con il tracciato spagnolo: sono otto anni di fila che una freccia d'argento svetta nelle qualifiche.

Bene le Racing Point

Hamilton ha fermato il cronometro sull'1'15"584, messo a segno nel primo dei due tentativi in Q3. Battuto Bottas per soli 59 millesimi, mentre Max Verstappen si è preso sette decimi. Quarta e quinta posizione per le Racing Point, rispettivamente con Perez (+0"898) e Stroll (+1"005), con Albon a completare la terza fila con un ritardo di 1"445. Quarta fila per le McLaren di Sainz e Norris, quindi nona casella per Leclerc (+1"503, appena tre millesimi da Norris) ed infine Gasly a completare la top ten.

I passi gara del venerdì

Q2: Due millesimi di troppo

Terza esclusione di fila in Q2 per Sebastian Vettel, che neanche a Barcellona riesce a centrare la top ten in qualifica. Seb ha mancato la qualificazione per appena due millesimi, a vantaggio di Lando Norris, dentro per un niente. Insieme al tedesco sono stati eliminati Kvyat, Ricciardo, Raikkonen ed Ocon. Delusione Renault, che dopo delle ottime libere è finita fuori dai primi dieci con entrambe le vetture. Tutti i qualificati nel Q3 hanno messo a segno il loro tempo con gomme rosse, e sarà quindi con la mescola più morbida che partiranno domani.


Q1: Kimi, piccole soddisfazioni

Buone notizie per l'Alfa Romeo-Sauber, con Kimi Raikkonen che è riuscito a riportare la squadra di Hinwil in Q2 per la prima volta dopo sei gare. Il finlandese è riuscito a beffare per poco più di un decimo Kevin Magnussen, primo degli esclusi con la sua Haas. Fuori nell'ordine anche Grosjean, Russell, Latifi e Giovinazzi, con Antonio che domani al via chiuderà lo schieramento.

La griglia di partenza del Gp Spagna

Fila 1:  1. Lewis Hamilton (Mercedes) 1'15"584     2. Valtteri Bottas (Mercedes)+0"059
Fila 2:  3. Max Verstappen (Red Bull)  +0"707       4. Sergio Perez (Racing Point) +0"898
Fila 3:  5. Lance Stroll (Racing Point) +1"005       6. Alexander Albon (Red Bull)+1"445
Fila 4:  7. Carlos Sainz (McLaren) +1"460       8. Lando Norris (McLaren)  1"500
Fila 5:  9.Charles Leclerc (Ferrari) +1"503         10. Pierre Gasly (AlphaTauri)  +1"552
Fila 6: 11. Sebastian Vettel (Ferrari)      12. Daniil Kvyat (AlphaTauri) 
Fila 7:  13. Daniel Ricciardo (Renault)         14. Kimi Raikkonen (Alfa Romeo-Sauber)
Fila 8: 15. Esteban Ocon (Renault)       16. Kevin Magnussen (Haas)Fila 9: 17. Romain Grosjean (Haas)     18. George Russell (Williams)     Fila 10. 19. Nicholas Latifi (Williams)            20. Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo-Sauber)