Per Lewis Hamilton quella del Mugello è stata la vittoria numero 90 della carriera, un traguardo che lo pone a -1 dal record di Michael Schumacher. Un successo arrivato al termine di una corsa caotica, dopo la quale Lewis si ritrova con 55 punti di vantaggio su Valtteri Bottas e ben 80 su Max Verstappen.


La difficoltà delle ripartenza

Con due bandiere rosse e tre partenze da fermo, la gara è stata tutt'altro che facile, e Lewis ha raccontato di averla gestita così: "Non ricordo tutte le fasi della gara, è tutto annebbiato nella mia testa, è stato come fare tre gare diverse in un solo giorno. E’ stata incredibilmente dura oggi, le partenze sono state difficili ma questa pista è fenomenale. Valtteri mi ha messo pressione, è stato veloce per tutto il weekend, in tutte queste ripartenze ho dovuto tenere una concentrazione totale ed è sempre stata molto difficile, è stata dura anche fisicamente. Le ripartenze hanno richiesto totale concentrazione ,poi ho dovuto gestire le gomme, ma questo aspetto è stato reso più semplice dai vari restart. Ho dovuto preoccuparmi solo perché Valtteri aveva avuto dei problemi, quando avevamo le gomme usate alla seconda ripartenza ho visto Valtteri andare ai box. All’improvviso mi sono trovato Daniel dietro, però Valtteri era davvero sul pezzo, nel finale cercava di rosicchiarmi dei decimi e io cercavo di allungare, qui ci sono rettilinei lunghi quindi devi evitare che l'avversario dietro prenda il Drs. Adoro questo tipo di gare, essere qui è pazzesco. ed ottenere la 90° vittoria è incredibile da raccontare".

Gp Toscana Ferrari 1000: cronaca e classifica finale