Seconda vittoria stagionale per Valtteri Bottas, che coglie il secondo successo stagionale dopo quello del Gp d'Austria. Seconda posizione per Verstappen, mentre un Hamilton penalizzato chiude 3°. Leclerc salva il salvabile con il 6° posto, mentre Vettel chiude 13°.


Incidenti in curva 3

Partenza regolare per Lewis Hamilton, con Bottas che invece fa quello che doveva fare, passando subito nello scatto da fermo Verstappen. Mentre i primi sfilano caos invece nel resto gruppo in curva 3, con Sainz che finisce a sbattere nel muretto interno della curva rimbalzando in pista e costringendo alcuni piloti a rallentare, tra cui il suo compagno Norris, che sprofonda a fondo gruppo. Problemi anche in curva 4, con Leclerc che si tocca con Stroll spedendolo contro le barriere. Safety car in pista con Russell, Albon e Norris che ne approfittano andando subito ai box. Al momento della neutralizzazione la classifica dice Hamilton, Bottas, Verstappen, Ocon, Ricciardo, Perez, Gasly, Leclerc, Magnussen e Grosjean, con Vettel 13° dopo aver sfiorato Sainz in occasione dell'incidente dello spagnolo.

Rivivi il live della corsa

Hamilton, doppia penalità!

La leadership dell'inglese però è del tutto teorica, perché per lui è in arrivo una doppia penalità, 5" ciascuna per un totale di 10": l'inglese è reo di aver effettuato due prove di partenza precedentemente alla corsa (quindi quando i piloti escono dai box per andare a portare le macchine in griglia) in una posizione non consentita in uscita della pit-lane. Il numero 44 lascia definitivamente il comando a Bottas al giro numero 16, quando va ai box per mettere gomme dure e scontare la penalità. La fermata di Hamilton coincide con l'inizio del walzer delle soste, prima delle quali Perez si prende la 4° posizione su Ricciardo.

Renault troppo veloce per la Ferrari

Davanti la corsa è virtualmente chiusa, con Bottas che a pista libera spinge guadagnando un buon margine su Verstappen, aumentandolo anche a cavallo della sosta ai box. La Ferrari prova ad andare più lunga, optando comunque per le dure anziché le morbide, con Leclerc che torna in pista alle spalle di Ricciardo, sul quale pende una penalità di 5" per aver tagliato in curva 3 senza seguire il percorso obbligato nella via di fuga: il ferrarista ci prova, ma la Renault è più veloce e riesce a stare davanti anche con i 5 secondi aggiunti a fine corsa.

Leclerc chiude 6°

Poche emozioni a mano a mano che le tornate passano, con Valtteri Bottas che transita in prima posizione sotto la bandiera a scacchi, riassaporando il sapore della vittoria dopo quasi tre mesi. Buon 2° posto per Verstappen, che regala il primo podio alla Red Bull su questa pista, mentre Hamilton risale con il suo passo fino alla terza posizione. Perez è 4° davanti a Ricciardo, quindi Leclerc, Ocon, Kvyat, Gasly ed Albon. Solo 13° Vettel, al termine di un'ennesima giornata incolore. 

La classifica

In classifica Hamilton mantiene comunque un buon vantaggio in classifica, 210 punti per lui contro i 161 di Bottas, il quale a Sochi raccoglie anche il punto del giro veloce. Verstappen invece si porta a quota 128. Prossima gara tra due settimane in Germania, per il ritorno in Formula 1 del Nurburgring a 7 anni di distanza dall'ultima volta.