Fare 6° con questa Ferrari non è esattamente una passeggiata. Per questo motivo Charles Leclerc ha di che essere contento quest'oggi, pur restando consapevole che allo stato attuale alla SF1000 è precluso ogni sogni di gloria.

Hamilton: "Complimenti a Valtteri". Ma occhio alla Superlicenza!


La soddisfazione di Charles

Dopo la rabbia di ieri, un mezzo sorriso quest'oggi: "C'è stato un passo avanti rispetto alle ultime gare - ha esordito il monegasco -, è solo una corsa e dobbiamo rimanere con i piedi per terra, ma è stato un Gp molto positivo, sono sicuro che sia stata una sorpresa per tutti noi l'essere così competitivi in gara. E' tutto molto buono, ma adesso dobbiamo capire perché, come sempre. E' certamente positivo, fa bene anche a livello mentale vedere che siamo competitivi e più veloci di altre macchine, perché al Mugello era difficile viverlo da dentro l'abitacolo. Sono felice per questo week-end, venerdì ho guidato abbastanza male, non ero contento, ed invece oggi ho fatto un bello step in avanti, sono soddisfatto".

Bottas non molla: "Devo continuare così, mancano ancora delle gare"

Giusto non mettere le morbide

Poi ha proseguito, spiegando che mettere la soft per il finale non fosse la scelta giusta: "Non credo avremmo potuto metterla, eravamo un po' al limite, secondo me oggi abbiamo adottato la strategia giusta. Forse abbiamo perso un po' di tempo al pit-stop che ci ha fatto andare dietro Ricciardo, non so se l'avremmo preso, ma saremmo potuti essere più vicini. Poi certo, con i se ed i ma si fanno tante cose, ma tutto sommato oggi è andata bene. Aggiornamenti? Per adesso la strada intrapresa sembra essere quella giusta, qui a Sochi si è trattato davvero di un piccolo aggiornamento, non credo che il salto di prestazione di questo week-end sia dovuto a quelle piccole novità, ma sicuramente hanno funzionato, ed avremo un upgrade più grande al prossimo week-end".

Gp Russia, la cronaca della gara