Una delle migliori gare stagionali da parte di Sebastian Vettel, che era riuscito a tenere la gomma media per ben 40 giri restando su tempi molto buoni. Poi però una pit-stop sbagliato lo ha fatto precipitare in fondo (circa 13" la sua sosta), senza più riuscire a recuperare. La safety car nel finale poi è stata un'opportunità non sfruttata in pieno dalla squadra, che ha chiamato ai box tardivamente il suo pilota.

Hamilton: "Questo momento mi scalda il cuore"

Una sosta disastrosa

Così Vettel ha chiuso 12° all'arrivo ed ai microfoni di Sky ha detto: "Cominciare con le medie era la scelta giusta, reggevano benissimo ed il passo era buono nel primo stint, poi purtroppo abbiamo perso tempo al pit-stop ed è stato un peccato. Dopodiché eravamo fuori dai punti, abbiamo provato a recuperare con le soft nel finale ma avendo anche tanti altri le soft era difficile passare. Ovviamente non era questo il risultato che volevamo e che probabilmente meritavamo, in gara comunque le sensazioni sono sembrate molto migliori".

La cronaca del GP

Il vero problema è il giro secco

Se questa sia la sua miglior domenica in stagione, Seb ha risposto: "Penso di sì a livello di sensazioni, anche ieri tutto sommato era andata un pochino meglio, il passo gara non è mai stato un vero problema, è la qualifica l'aspetto nel quale ho faticato di più quest'anno a sentire la macchina. Dobbiamo restare pazienti anche se è doloroso, e cercare di fare quei piccoli passi che riuscivamo a fare. Ieri in qualifica era già andata meglio rispetto alle precedenti sessioni, perché abbiamo mancato il Q3 per due decimi. L'aspetto principale è continuare a progredire, senza dubbio quando parti più indietro la gara poi è più difficile".