Di nuovo valigie pronte per Simone Resta, al terzo cambio di casacca nello spazio di circa due anni e mezzo. Dopo il trasferimento in Alfa Romeo nel corso del 2018 ed il ritorno a Maranello in quella passata, l'ingegnere passa adesso in Haas, come annunciato quest'oggi dalla Ferrari.Cardile nuovo responsabile dell'area telaio

Questo il comunicato del Cavallino: "A partire dal 1° gennaio 2021, Simone Resta lascerà l’incarico di responsabile dell’area Ingegneria Telaio della Scuderia Ferrari Mission Winnow per andare a rinforzare la struttura tecnica dell'Haas F1 Team. Le attuali aree di responsabilità di Simone saranno assunte da Enrico Cardile all’interno della nuova area Chassis.

Sia la logica organizzativa della struttura tecnica comunicata lo scorso 22 luglio, sia le altre aree di competenza rimangono inalterate: Enrico Gualtieri è responsabile della Power Unit e Laurent Mekies è Direttore Sportivo e reponsabile delle attività di pista".

GP Sakhir, Leclerc scommette su Russell

Parla Binotto

Sempre nella nota diffusa dal team di Maranello, si leggono anche le parole di Mattia Binotto: "La struttura di un team come la Scuderia Ferrari si evolve in modo veloce, anticipando i cambiamenti. A partire dal 2021, con l’introduzione dei nuovi regolamenti, vengono poste davanti a tutti noi delle sfide nuove, che vanno affrontate con pragmatismo e apertura, come del resto avevamo iniziato a fare con le modifiche organizzative annunciate alcuni mesi fa.

È per questo che crediamo che la relazione storica che abbiamo con Haas sin da prima del suo arrivo in Formula 1 costituisca per entrambe le parti la base per sfruttare ogni possibile sinergia, coerentemente con quanto definito dai regolamenti FIA. È con questo spirito che siamo lieti di annunciare che un tecnico di valore come Simone Resta andrà a rafforzare la struttura tecnica della squadra americana a partire dall’inizio del prossimo anno.

Questo passo rappresenta quindi un’ulteriore tappa del processo di continua evoluzione della nostra squadra. Simone, cui va il nostro ringraziamento per il lavoro svolto finora, avrà un ruolo rilevante all’interno di un team che ha ribadito il suo impegno a lungo termine in Formula 1 e che, anche con l’arrivo di un pilota della Ferrari Driver Academy, Mick Schumacher, ha rafforzato un rapporto già molto stretto con la Scuderia. Enrico Cardile avrà il compito di gestire e coordinare le risorse tecniche e umane direttamente legate allo sviluppo della prestazione e alla progettazione della vettura."

Vettel: "Aiuterò Mick, proprio come suo padre ha fatto con me"