A una settimana di distanza non si placano le scintille tra Max Verstappen e Charles Leclerc. Non è un segreto comunque che i due non siano mai andati d'accordo e anche durante la conferenza stampa del GP di Abu Dhabi, proprio l'ultima gara del Mondiale 2020 di F1, l'olandese della Red Bull torna malvolentieri sulla partenza disastrosa del monegasco e che lo ha portato poi anche al suo ritiro.

GP Abu Dhabi, Leclerc e la penalità: 'Devo scegliere meglio al via'

Basta parlare di Leclerc

Lo abbiamo visto tutti arrabbiatissimo prendere a calci le barriere, dopo esser sceso dalla sua Rb16 distrutta e chiarire col ferrarista quanto accaduto in curva 4. Così incalzato dalle domande dei giornalisti ha voluto sottolineare il suo punto di vista su quanto accaduto in Bahrain e la sua voglia di tagliare corto su Leclerc: "È troppo facile dire a posteriori di aver perso una vittoria per un incidente al via. È stata una situazione molto sfortunata, ma nel mondo delle corse accade anche questo. Non credo che sia necessario parlarne ancora e tornare su quello che ha fatto Leclerc, non ho voglia di litigare per delle s******e! Io penso solo a correre qui a Yas Marina e a chiudere al meglio la mia stagione 2020”.

Un occhio verso il 2021

A Max brucia ancora tanto aver perso l'opportunità di giocarsi, dopo il primo e unico trionfo nel GP del 70° Anniversario, una seconda vittoria stagionale e con Hamilton questa volta fermo ai box per il coronavirus. E a maggior ragione spera che nel prossimo Mondiale 2021 ci sia più spazio per la sua Red Bull. Anche se il valzer dei sedili con Albon prossimo all'uscita dal team e le opzioni Perez e Hulkenberg sul piatto, ancora non ha deciso insieme a chi combatterà nei prossimi mesi l'egemonia Mercedes.

"Il Mondiale 2021? Nessuno sa già cosa succederà, anche se ovviamente la Mercedes sarà ancora la scuderia da battere perché noi, in linea di massima, useremo la stessa macchina di quest’anno - ha detto Max-. Il nodo fondamentale da sciogliere sarà quello di aumentare la performance e il feeling con la nostra vettura anche perché abbiamo continuato a lavorarci sopra per così tanto tempo”.