Non il miglior Lewis Hamilton della stagione, comprensibile dopo l'abbuffata lunga un anno e soprattutto dopo il rientro immediato dopo il Covid. Un buon podio per salutare un 2020 comunque fantastico.

GP Abu Dhabi: domina Verstappen, Vettel saluta la Ferrari con un 14° posto

Una fortuna essere riuscito a correre

L'analisi odierna da parte dell'inglese è stata questa: "Non si può vincere sempre, dopo le ultime due settimane credo di poter essere sostanzialmente contento del fine settimana. Ovviamente non sono al 100%, non sono andato bene come avrei voluto, ma devo fare le mie congratulazioni a Max. Per me è stata durissima, ho faticato tanto a livello fisico. Sono stato bene tutto l'anno ma oggi proprio non era il caso, per cui sono contento di essere arrivato. Ringrazio il team per il continuo sostegno. E'o comunque fantastico ottenere un doppio podio all'ultima gara. A livello fisico il Covid ha enormemente influito, devo essere onesto. Ma sono arrivato alla fine e una settimana fa non pensavo di poter essere qui, dunque sono grato di aver ritrovato la salute e di essere qui, spero di riprendermi al 100% nelle prossime settimane per poter recuperare la condizione fisica".

Verstappen: "Abbiamo fatto tutto nel modo giusto"


L'augurio per nuove battaglie

Poi ha proseguito parlando delle eventuali battaglie future: "Le Red Bull erano fuori portata questo weekend, non riuscivamo a tenere il loro passo, hanno fatto lavoro fantastico. Sono contento che Albon fosse lì con noi, c'erano due squadre in battaglia e penso che questo sia quello di cui la F1 necessita. Spero che nel 2022, o magari anche prima, le auto possano seguire meglio quelle davanti. Non so se la gara sia stata bella da vedere, ma quando arrivi a 3-4 secondi da quello davanti poi fai fatica, perché la macchina inizia a scivolare e non puoi spingere al massimo. Speriamo che il nuovo regolamento dia i suoi frutti, così come le nuove gomme".