Dopo anni molto difficili, la McLaren ha finalmente imboccato la via della risalita. Un altro passo avanti è stato l'accordo per la power unit Mercedes, la migliore del lotto. Ne è convinto anche il team principal Andreas Seidl, il quale ha aggiunto che secondo lui i campioni in carica risolveranno presto i loro problemi.

GP Emilia Romagna: pista diversa e primi sviluppi

La questione del rake

Si è parlato a lungo delle nuove regole aerodinamiche, con chi sostiene che vadano a vantaggio di chi, come Red Bull, aveva un concetto di macchina già impostato su un rake accentuato. Secondo Seidl però, non si può dire che le nuove direttive vadano con certezza in un senso o nell'altro, come ha spiegato a RTL: "Sinceramento ho sorriso dopo aver letto i commenti sugli effetti avuti dalle nuove regole per quanto riguarda un rake accentuato o meno. Penso che sia difficile per ogni squadra giudicare se l'una o l'altra filosofia sia stata influenzata dai cambiamenti, perché durante l'inverno tutti abbiamo lavorato sulla base dell'anno scorso. Bisogna aspettare e vedere nelle prossime gare quali saranno i valori in campo, e dove saranno Mercedes e Aston Martin con il rake basso. Sono sicuro che dopo un weekend come quello in Bahrain, dove alla fine ha vinto comunque, la Mercedes contrattaccerà senza pietà nella prossima gara".

GP Emilia Romagna, possibilità di pioggia per domenica

Motore e piloti al top

Della Mercedes, Seidl ha detto di apprezzare soprattutto il motore che equipaggia le sue MCL35M: "La collaborazione con Mercedes ha funzionato bene, crediamo di avere ora il miglior propulsore disponibile ed è per noi un punto di forza. Abbiamo anche una coppia di piloti di alto livello, sappiamo quanto valiamo come squadra e sappiamo anche cosa dobbiamo ancora fare per provare a vincere nei prossimi anni".

Honda, le contromisure per Imola dopo il Bahrain