Quarto crono al mattino e settimo al pomeriggio. Charles Leclerc chiude il venerdì di prove libere a Portimao con una prestazione altalenante. Un bicchiere mezzo pieno che non soddisfa il monegasco della Ferrari e che contrasta un po' con l'ottimismo di Mekies a fine giornata. Fortunatamente Charles non perde la sua fame d'asfalto e promette di dare il tutto per tutto anche nel GP di Portogallo.

La lotta con la McLaren per la seconda fila nella griglia di partenza, e soprattutto come terza forza del Mondiale 2021 di F1, continua. Con questa SF21 si possono rincorrere Mercedes e Red Bull e si può bissare il quarto posto già raggiunto lo scorso anno qui con la difficile SF1000.

Long run, il punto debole

Tutto è nelle mani del 23enne della Rossa già concentrato sulla qualifica di domani e soprattutto alla rivalità anche con Alpine, con Alonso e Ocon rispettivamente col quinto e sesto crono nelle FP2 alle spalle di Sainz, pronta a mordere le caviglie dei ferraristi.

“Oggi le simulazioni di qualifica sono state positive. Anche i long run in vista della gara sono andati abbastanza bene. Forse meglio per Sainz e un po’ meno da parte mia, quindi devo lavorare un po’ su questo punto e domani dovrebbe andare meglio. È stato il punto debole principale per me oggi. Ma d’altro canto Carlos è andato bene, quindi devo sistemare un po’ le cose in vista del sabato di qualifica. In ogni caso abbiamo buoni riscontri a livello di team.

In questo weekend è difficile dire chi sono i rivali. Sarà una battaglia serrata, senza dubbio: è difficile trovare un competitor principale, perché anche Alpine è stata veloce oggi, direi che siamo tutti molto vicini. Dipenderà da chi commetterà meno errori, in qualifica e in gara".