Soli sette millesimi. Un tempo infinitamente breve, ma lungo abbastanza da negare la pole position a Lewis Hamilton. L’appuntamento con la partenza dal palo numero 100 è rimandato, certo, ma ci sono giorni in cui tagliare un traguardo storico dà ancora più valore alle imprese e forse oggi, nel giorno del ricordo di Ayrton Senna, avrebbe avuto un significato maggiore per il campione inglese riscrivere il libro dei record.

Proprio in onore di Magic, il suo mito, che dell’attacco al tempo è stato il re indiscusso.

Cosa ha detto Hamilton

La missione non è riuscita, ma la Mercedes ha comunque monopolizzato la prima fila grazie a un grande prestazione di Bottas, che Hamilton ha voluto sottolineare nella sua analisi delle qualifiche. 

"Bottas ha fatto un gran lavoro - Ha dichiarato - Anche perché non ci aspettavamo di mettere due macchine in prima fila. Temevano che Max Verstappen potesse dare il colpo nel finale. Neanche io ho fatto il giro perfetto ma va bene così. Non si può mai essere soddisfatti, bisogna continuare a spingere e progredire".

GP Portogallo, la griglia di partenza

Qualifiche