Vettel, ben tornato in Q3. Era dal GP di agosto di Silverstone che il tedesco non entrava nella top 10, quindici gare di fila a remare nelle retrovie, in una spirale che lo stava tirando giù e pareva senza fine.

Lungo digiuno di Vettel interrotto

Serie negativa di performance, non all’altezza di un quattro volte Campione del Mondo, interrotta al GP del Portogallo, alla terza gara in Aston Martin. Decimo tempo che ha un valore specifico chiaro, visto il 17esimo fatto dal compagno di squadra Stroll.

A ogni metro fatto, dunque, cresce la confidenza di Seb con una monoposto che ancora non sente completamente sua, visti i pochi km a disposizione nella breve sessione di collaudi invernali, ma il risultato di oggi può essere davvero un nuovo inizio per il tedesco.

Sarò più contento quanto tornerò in pole - Risponde secco - Ma sono piccoli passi che vanno fatti. Sto imparando questa macchina giro dopo giro, ma in qualifica le occasioni sono poche, quindi cerchiamo di sfruttare al meglio il tempo a disposizione. Oggi sono riuscirò a portare la macchina nella direzione che preferisco. Non sono del tutto contento perché avevo margine per migliorarmi, ma va bene perché è andata meglio rispetto agli scorsi weekend”.

GP Portogallo, la griglia di partenza

Qualifiche