Miglior prestazione del pomeriggio per Lewis Hamilton, che a Barcellona viene da quattro vittorie consecutive. Una pista su cui riesce ad andare forte, ma della quale deve ancora scoprire completamente la nuova curva 10.

GP Spagna, FP2: cronaca, tempi e passi gara

Curva 10, approccio non scontato

Riguardo al nuovo disegno, l'inglese della Mercedes ha detto: "Non capivo bene quale fosse il punto di corda, la curva è molto più veloce ma non avendola ancora affrontata in gara non saprei ancora dire se sia buona o no per la competizione. Prima era un po' un punto morto, potenzialmente buona per sorpassare ma con un rettilineo troppo corto, adesso non saprei. Forse ci permetterà di seguire più da vicino la vettura davanti nell'ultima sezione e se sarà così significa che potrebbero esserci più occasioni sul rettilineo principale".

Bottas: "Buon feeling, assetti simili con Lewis"

La chiave è nelle temperature

Nonostante ci siano due W12 davanti a tutti, Lewis ci va cauto, spiegando di aver incontrato difficoltà di incontrare la giusta finestra operativa: "Abbiamo dovuto lavorarci, non è mai stato facile negli anni precedenti e non credo che con questa macchina lo sarà. Ma stiamo proseguendo nella comprensione della vettura, sappiamo in quale direzione dobbiamo andare in termini di equilibrio, abbiamo apportato alcune modifiche lungo le prove, spero di avere un assetto migliore per domani".

Verstappen sicuro: "Curva 10 più divertente, ma svantaggiosa per i sorpassi"