C'è una Mercedes che vince in Formula 1 ed un'altra che ci sta provando in Formula E. Alla sua seconda stagione nel campionato elettrico, la casa della Stella sta inseguendo i primi due titoli della sua avventura nel campionato riservato alle monoposto elettriche, e ad un appuntamento dal termine (le due gare di Berlino) si trova davanti nel campionato Piloti e seconda in quello Costruttori. Risultati possibili grazie a due ottimi piloti, vale a dire Nyck De Vries, attuale leader della FE, e Stoffel Vandoorne. Piloti capaci e, secondo Toto Wolff, meritevoli di un sedile in F1.

Entrambi campioni della cadetteria

Il team principal della Mercedes F1, presente a Londra a seguire la doppia prova di questo fine settimana (qui la cronaca di gara-1, qui la cronaca di gara-2), ha parlato molto bene dei due piloti attualmente sotto contratto con la casa della Stella in Formula E, sostenendo che entrambi abbiano le capacità di far bene anche in Formula 1. Per Vandoorne si tratterebbe di un ritorno dopo l'esperienza in McLaren (una gara nel 2016 e poi due stagioni complete nel 2017 e nel 2018), mentre De Vries non ha mai corso in F1, passando direttamente alla FE dalla F2. Riguardo ai due piloti, Wolff ha detto: "Entrambi hanno il talento, l'intelligenza e la giusta etica del lavoro per competere in Formula 1, e tutti e due avevano vinto la categoria inferiore più importante (vale a dire la Formula 2, nella quale Vandoorne si è imposto nel 2015 quando ancora si chiamava Gp2 e De Vries nel 2019, ndr). La situazione alla McLaren che Stoffel ha trovato non era facile.  Entrambi meritano di essere in Formula 1, sono davvero felice che siano i nostri piloti in Formula E, non potrei chiedere di più. Non ostacolerei mai un pilota se avesse l'opportunità di guidare in Formula 1".

Williams nel mirino

L'investitura è stata sicuramente un attestato di stima e fiducia per i due alfieri Mercedes in Formula E, ma quali sono le loro vere opportunità di sbarcare nel Circus? Stoffel e Nyck devono rivolgere la loro attenzione alla Williams, che rappresenta con molte probabilità l'unica occasione per entrare davvero in F1. La scuderia di Grove infatti per il 2022 potrebbe avere due sedili liberi: uno verrà probabilmente lasciato libero da Russell, che pare sempre più destinato alla Mercedes, ed anche l'altro potrebbe liberarsi, perché Latifi è in scadenza e per adesso non sono stati comunicati rinnovi. Un ostacolo per Vandoorne e De Vries potrebbe essere Bottas, che perdendo il posto in Mercedes potrebbe puntare alla Williams per restare nel giro, anche se per il finlandese ci sono concrete possibilità di strappare un contratto con l'Alfa Romeo. Sarà dunque un'estate interessante per il mercato piloti, con un intreccio stuzzicante tra Formula 1 e Formula E.