Schumi e il senso di una gran nostalgia

Schumi e il senso di una gran nostalgia

Sul numero di Autosprint di questa settimana un ricordo molto speciale di Michael Schumacher. Ve ne proponiamo un estratto, il resto lo trovarte in edicola

Giorgio Terruzzi

19 agosto

Una Rossa, un rombo inconfondibile, un nome su tutti: Michael Schumacher. Certe volte tornare indietro con la memoria vuol dire immergersi nel profondo di un ricordo inestinguibile, capace di regalare, ora come allora, sensazioni fortissime...

Ricordo Michael adesso e mi viene addosso un magone che non so gestire perchè mi caccia in gola il gusto dolce della condivisione e l’amaro della perdita, il piacere dell’incontro e lo sconforto di un abbandono. Il suo agosto è interminabile e non abbiamo un suono, un segnale che ci raduni, che ci restituisca un alito della gioia che pure ci ha tenuti assieme, vicini e attenti, nelle nostre estati lontane.

La memoria va dove gli pare, corre e indica, suggerisce e ti lascia lì, a pensare. A rimuginare. Su nomi, echi, sensazioni di un paradiso perduto che è bello riscoprire.

In edicola il servizio completo, disponibile anche qui in edizione digitale.

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi