Ufficialmente non è una pole position, ma nei fatti lo è per la Qualifica Sprint. Valtteri Bottas ha domato tutti nel venerdì pomeriggio di Monza, portando a casa la miglior prestazione che gli è valsa la partenza al palo per la mini-gara di domani. Seconda posizione per Hamilton davanti a Verstappen, quarta fila per la Ferrari con Sainz 7° e Leclerc 8°.

Bottas, zampata finale

Dopo un primo tentativo non ottimale, Bottas si è rifatto con gli interessi nel secondo, piazzando un 1'19"555 che gli è valso il miglior tempo del pomeriggio. Beffato Hamilton per soli 96 millesimi, con le Mercedes che hanno fatto la voce grossa: Verstappen, 3°, ha chiuso a 0"411, anche se nel primo tentativo era riuscito a portarsi a soli 17 millesimi da Lewis. Per Max una terza posizione sudata, dal momento che un grande Norris è riuscito a portare a casa la seconda fila a 0"434 dalla vetta, dunque ad appena 23 millesimi dall'olandese. Terza fila per Ricciardo e Gasly, quarta per le due Ferrari con Sainz 7° (+0"907) davanti a Leclerc (+0"955), con il monegasco che per tutta la sessione ha sofferto per problemi al freno motore. Quinta fila per un deludente Perez e per un ottimo Giovinazzi, bravo ad artigliare la seconda Q3 consecutiva. Da segnalare che Bottas ha montato un nuovo motore smarcando la quarta unità: per lui arriverà una penalizzazione ma non nella gara di domani, bensì nella griglia di partenza della corsa di domenica.
 

Q2: Perez, che rischio

Brividi per Sergio Perez che rischia grosso riuscendo a strappare il Q3 per appena 31 millesimi a svantaggio di Sebastian Vettel, primo degli esclusi. Dietro al tedesco il compagno di squadra Stroll, quindi Alonso, Ocon e Russell. Qualche problema al freno motore di Leclerc, così come in Q1.
 

Q1: Russell fuori, anzi no

Ad inizio qualifica sembra materializzarsi la seconda esclusione stagionale in Q1 per George Russell dopo quella di Budapest, ed invece l'inglese strappa nuovamente l'accesso alla top-15 in seguito al tempo cancellato a Tsunoda per track limits. Così il futuro pilota Mercedes si qualifica per appena 35 millesimi a discapito del compagno di squadra Latifi, primo degli esclusi. Dietro al canadese Tsunoda, Schumacher, Kubica e Mazepin. Sessione non facile per Leclerc, che accusa problemi al freno motore ma si riesce comunque a qualificare in Q2.
 

La griglia di partenza della Sprint Qualifying

Fila 1: 1. Valtteri Bottas (Mercedes) 1'19"555 2. Lewis Hamilton (Mercedes) +0"096
Fila 2: 3. Max Verstappen (Red Bull) +0"411 4. Lando Norris (McLaren) +0"434
Fila 3: 5. Daniel Ricciardo (McLaren) +0"440 6. Pierre Gasly (AlphaTauri) +0"705
Fila 4: 7. Carlos Sainz (Ferrari) +0"907 8. Charles Leclerc (Ferrari) +0"955
Fila 5: 9. Sergio Perez (Red Bull) +1"056 10. Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) +1"253
Fila 6: 11.Sebastian Vettel (Aston Martin) 12. Lance Stroll (Aston Martin)
Fila 7: 13. Fernando Alonso (Alpine) 14. Esteban Ocon (Alpine)
Fila 8: 15.George Russell (Williams)  16. Nicholas Latifi (Williams)
Fila 9: 17. Yuki Tsunoda (AlphaTauri)  18. Mick Schumacher (Haas) 
Fila 10: 19. Robert Kubica (Alfa Romeo)  20. Nikita Mazepin (Haas)

I tempi