Alpine promuove Piastri, sarà pilota di riserva nel 2022

Alpine promuove Piastri, sarà pilota di riserva nel 2022© Alpine

Il mercato piloti registra un'opportunità "dietro le quinte" per l'attuale leader del campionato di Formula 2. Oscar Piastri sarà pilota di riserva Alpine e vivrà l'aria della Formula 1 dal box, oltre a effettuare test e lavorare al simulatore

Fabiano Polimeni

16 novembre

A un certo punto, nella margherita di nomi accostati al sedile Alfa Romeo 2022, è entrato anche lui, Oscar Piastri. Aspettando l'ufficializzazione dell'ingaggio di Zhou a Hinwil e i progetti su Pourchaire, è Alpine a ingaggiare il talento australiano, supportato da Mark Webber e a scandire chiaramente il limite di una Formula 1 alla quale non accedi se non hai sufficienti supporti finanziari.

Piastri, 20 anni, sarà pilota di riserva di Alpine nel 2022, vi arriverà con il titolo di Formula 3 vinto nel 2020 e quello di Formula 2 da decidere, nel quale si trova in testa con 178 punti davanti ai 142 di Zhou, quando mancano 4 gare al termine: Jeddah e Abu Dhabi.

Obiettivo: titolare 2023

Resterà nella famiglia Alpine, nella cui Academy è entrato nel 2020, ad attenderlo ci sarà una stagione con molte sessioni di test, anticipano da Enstone. "Sono entusiasta di unirmi al team Alpine F1 quale pilota di riserva. Non vedo l'ora di essere molto più coinvolto con la squadra e contribuire al successo voluto la prossima stagione. Il ruolo di pilota di riserva è il prossimo passo verso l'obiettivo di un sedile da titolare nel 2023. Negli ultimi anni ho dato dimostrazione di me stesso nelle categorie junior e mi sento pronto per la Formula 1. 

Sterzi a parte: La Sauber con Giovinazzi si deve solo vergognare

Ad affiancare l'esperienza in pista nei week end di gara ci sarà un sostanziale programma di test, in modo da riuscire a crescere ed essere ancor più preparato per un sedile da pilota titolare", ha commentato Piastri. Nel 2022, secondo i rumours legati al regolamento sportivo, potrebbe essere vincolante per tutti i team dover impiegare almeno una volta nell'arco della stagione un pilota rookie nel corso delle prove libere 2, occasione in più per Piastri.

"Ringrazio tantissimo Alpine per il loro supporto, abbiamo vissuto due stagioni di grande successo insieme, nella Academy, e li ringrazio per la fiducia che hanno riposto in me per questo passo, con un occhio a un futuro più grande. Adesso il mio obiettivo è quello di finire il campionato di Formula 2 nel miglior modo possibile con Prema e non vedo l'ora di tornare in pista".

Velocità e testa

Quanto al mondo Alpine, è l'a.d. Laurent Rossi ad "accogliere" Piastri in Formula 1: "Il talento naturale di Oscar è ovvio, siamo privilegiati e orgogliosi di averlo nel nostro team quale pilota di Riserva. Non solo Oscar ha le doti in pista, come ha dimostrato negli ultimi anni nelle categorie junior, ma ha la maturità e calma che lo fanno davvero spiccare tra tutti. È stata una vera risorsa su cui contare a Enstone e ha aiutato il programma di test e al simulatore, sono certo che continuerà a farlo nel suo nuovo ruolo. Il passo successivo prevede che presenzi stabilmente ai Gran Premi per integrarsi pienamente con la squadra, imparare cosa ci si attende da un pilota di F1 ed essere pronto quando arriverà l'occasione". 

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi