Race of Champions 2022, Vettel-Schumacher alla prova inedita sul ghiaccio

Race of Champions 2022, Vettel-Schumacher alla prova inedita sul ghiaccio© Getty Images

Rappresenteranno la Germania nella sfida a squadre, la Nations Cup, il 5 febbraio prossimo; la due giorni si chiuderà con la gara individuale, Race of Champions con numerosi tratti inediti: dalle prove su neve e ghiaccio alle auto elettriche e a biocarburanti

F.P.

8 giorni fa

È uno di quei divertissement invernali che aiutano a riempire il lungo silenzio della Formula 1, la Race of Champions. Format storicamente ritagliato intorno a circuiti portati all'interno di stadi o, comunque, diversi dalle configurazioni solite, per il 2022 proporrà una novità assoluta.

L'editoriale del Direttore: una meravigliosa notte con tre diavolacci

Ci saranno anche Sebastian Vettel e Mick Schumacher sulle nevi e tra i ghiacci di Havsbad, Svezia. È la sostenibilità al centro della kermesse, così si guideranno prototipi elettrici di rallycross, supercar alimentate a biocarburanti, anche le 718 Cayman GT4 Clubsport. Quando? Il 5 febbraio si assegnerà la Nations Cup, che vedrà Vettel e Schumacher condividere l'abitacolo, come già nel 2019 della RoC in Messico. Poi, il 6 febbraio, il titolo di campione della Race of Champions.

Nordici in vantaggio

"Non vedo davvero l'ora di tornare a correre la Race of Champions e di rappresentare la Germania insieme a Mick. Alla RoC in Messico arrivammo secondi nella Nations Cup, l'obiettivo è di fare un gradino meglio in Svezia", ha raccontato Vettel, che sarà alla decima partecipazione.

Di certo, la superficie scelta dagli organizzatori, il circuito su neve e ghiaccio, sarà un ostacolo non da poco contro gli specialisti nordici, gente come Kristofferson, Solberg. Di certo sarà più a proprio agio anche Valtteri Bottas, viste le esperienze nell'Arctic Rally, che non Vettel  e Schumacher. Tra i piloti la cui presenza è stata confermata, anche Loeb, Kristensen, Hakkinen.

Leggi anche - Hamilton, attenzione al... Max, furbizia e manovre pulite

"La competizione sarà molto forte, in particolare dai piloti nordici, che hanno parecchia esperienza più di noi nel guidare su neve e ghiacchio. È molto bello vedere le numerose e nuove iniziative di sostenibilità che la Race of Champions sta integrando, puntando a diventare un evento positivo sul clima nei prossimi anni", ha concluso Vettel.

Race of Champions, si fa sul serio

Dopo aver condiviso il sedile e aver vinto in coppia con Michael Schumacher, ritroverà Mick Schumacher, tre anni dopo l'esibizione in Messico. E proprio nel week end del GP di Formula 1 i due hanno discusso con l'organizzatore della RoC 2022 sul format in arrivo.

"Rappresentare la Germania insieme a Sebastian sarà un grande divertimento e puntiamo a vincere nuovamente un trofeo. Dobbiamo continuare la striscia di successi del Team Germania, sono certo che entrambi prenderemo la cosa molto sul serio", racconta Mick.

Resta l'interrogativo sull'equilibrio tra i piloti, su un fondo così specifico: "Le altre squadre, specialmente quelle nordiche, possono avere maggiore esperienza di guida sul ghiaccio, noi proveremo a recuperare con la motivazione e l'adattamento nei giorni dell'evento. 

Sono impaziente di incontrare tutti i piloti e passare del tempo con loro nel week end della RoC".

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi