Alfa Romeo, in Spagna aggiornamenti di peso

Alfa Romeo, in Spagna aggiornamenti di peso© Studio Colombo/Pirelli F1

Proprio sul peso la monoposto è l'unica a non avere problemi, così in Spagna le novità saranno concentrate sul fondo soprattutto. L'ambizione di essere la migliore contro Alpine, McLaren, Haas e Aston

Redazione

4 giorni fa

Sa di occasione mancata, l'errore di Valtteri Bottas a Miami. Un'Alfa Romeo in forma quella reduce dagli ultimi due Gran Premi, nonostante preparativi affatto lineari per gli episodi del venerdì. Un'Alfa Romeo che guarda al GP di Spagna e al primo pacchetto di sviluppi, per un progetto che da inizio anno si è segnalato per essere l'unico a non avere particolari problemi di peso.

Aspettando che Zhou dia il proprio apporto in termini di punti - finora 1 solo all'attivo -, Bottas tiene in partita il team, in corsa per la quarta posizione nel mondiale. La lotta è con McLaren, Alpine, AlphaTauri, rivali individuate per il piazzamento nel Costruttori dal responsabile dell'ingegneria in pista, Pujolar.

Contano gli sviluppi non i piazzamenti attuali

È la prospettiva di lungo periodo, mentre l'attualità dice di una macchina in grado di correre contro Mercedes, a Imola e Miami.

L'editoriale del Direttore: Red Bull ha messo le ali

"È un confronto così ravvicinato che nessuno può dire se siamo quarti, quinti o sesti. Dobbiamo solo focalizzarci sul nostro lavoro e continuare a sviluppare la macchina. Avremo un grande aggiornamento alla prossima gara. Dobbiamo concentrarci sulla produzione dei pezzi, concentrarci su noi stessi e non pensare alla quinta, sesta o settima posizione", spiega Vasseur, nelle parole riportate da Formel1.de. 

Sviluppi per Alfa e i rivali diretti

Barcellona, un tempo prima gara europea e occasione per grandi sviluppi, dove non vere e proprie monoposto-B, conferma per certi versi lo status di appuntamento privilegiato dai team. Aston Martin, tra gli altri, è attesa a una profondissima rilettura della AMR22.

In Alfa Romeo, Vasseur indica: "Sicuramente il fondo è la parte cruciale della prestazione, tutti stanno lavorando sodo in quell'area, ma non è concentrata solo lì l'evoluzione".

Rischia di essere un gioco a somma zero, quello degli sviluppi? Non esattamente ed è Pujolar a sottolineare come "dovremo vedere cosa porteranno gli avversari, probabilmente arriveranno molte novità a Barcellona. Con le prestazioni che abbiamo e gli aggiornamenti in arrivo potremo perlomeno mantenere il livello di prestazioni rispetto ai nostri diretti rivali, se non aumentare il vantaggio.

In una fase nella quale tutti porteranno sviluppi, si tratterà di verificare chi porterà quello più grande e più efficace. Probabilmente arriverà un punto in cui sarà più difficile, si può aspettare che squadre come Mercedes e McLaren compiano passi avanti più importanti. Con il budget cap dovrebbe essere uguale per tutti, ma ci sono anche altri fattori".

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi