Qualifiche molto "tirate" a Silverstone, anche (ma non solo) per la minaccia dei commissari di annullare i tempi a chi avesse allargato alle curve 9, 15 e 18. Sanzioni che sono arrivate e che hanno colpito pure Hamilton nel primo tentativo in Q3 (ma non quando aveva allargato in curva 7) ma alla fine l'inglese ha conquistato lo stesso la pole position del GP di casa, precedendo di 0"319 Rosberg che nel secondo tentativo non si è migliorato.

Verstappen invece il secondo attacco se l'è visto annullare per l'allargamento a Copse (curva 9) ma era già riuscito a staccare il 3° tempo a 1"026 dal vertice, riuscendo così per la prima volta a precedere Ricciardo (+1"331) in qualifica. Dunque entrambe le Red Bull davanti alle Ferrari, nello specifico quella di Raikkonen 5° (+1"594) anche perché Vettel ha fatto un paio di errori e non si è avvicinato più di 2"203 alla vetta (e comunque partirà 11° anziché 6°).

8° tempo per Hulkenberg (+2"885) e 9° per Sainz (+2"702) quando i rispettivi compagni di squadra non hanno passato le Q2 per errori, mentre Alonso (+3"056) completa la top ten dopo che Button si è ritrovato escluso in Q1 per un problema all'ala, che fermo ai box l'ha visto scivolare lentamente indietro mentre gli altri miglioravano.

Al momento di scrivere non sono segnalate altre penalizzazioni rilevanti a parte quella di Vettel (Ericsson non è riuscito nemmeno a prendere parte alle qualifiche dopo l'incidente in FP3) e dunque diamo appuntamento a domani alle ore 14 con i 52 giri del GP di Gran Bretagna che commenteremo sempre in diretta.

Qui i riscontri cronometrici delle qualifiche a Silverstone.

Introduzione

Partenza alle ore 14 italiane (le 13 locali) per le prove che definiranno lo schieramento di partenza del GP di Gran Bretagna a Silverstone. Qualifiche che seguiamo come sempre con la nostra cronaca diretta in parallelo su web e Twitter, tramite il nostro canale dedicato @autosprintLIVE.

Sui 5.891 metri della veloce pista di Silverstone, ad essere privilegiata per le qualifiche sarà la gomma soft, visto che qui la Pirelli ha portato le mescole più dure in gamma (le altre sono medium e hard). Ricordiamo inoltre che nelle qualifiche la direzione di gara "non avrà pietà" nei confronti di chi non rispetterà i limiti di pista: chi oltrepasserà la riga bianca con tutte e quattro le ruote si vedrà annullare il tempo di quel giro. Sotto osservazione in particolare le curve 9, 15 e 18 (Copse, Stowe e Club): è noto come all'uscita dalla curva Copse sia facile andare oltre il cordolo finale quando si eccede con la velocità di percorrenza. I piloti sono stati comunque avvisati.

Dopo quanto successo nelle ultime prove libere, a Vettel ed Ericsson è stato sostituito il cambio e dunque saranno penalizzati di 5 posizioni in griglia, ma nel caso dello svedese c'è da vedere se la Sauber riuscirà a sistemare la macchina in tempo dopo il violento incidente.

La cronaca "live" con Twitter