La seconda sessione di prove libere a Interlagos si è svolta in modo più lineare dal punto di vista meteorologico, con pista asciutta. I problemi sono invece arrivati spesso dal traffico, con vari piloti ostacolati nei primi giri di simulazione di qualifica, tanto da doversi rilanciare (Hamilton ben tre volte) per ottenere un tempo accettabile. Alla fine nei "rilanci" emerge Vettel in 1'09"217 e quindi precede Leclerc di soli 12 millesimi. Non troppo distanti seguono Verstappen e Bottas, rispettivamente a 0"134 e 0"156 (soli 22 ms di gap tra i due) mentre Hamilton è a ulteriori 67 ms.

Tra "gli altri" si mette stavolta in evidenza Magnussen per 51 ms su Ricciardo. Distacchi risicatissimi anche a seguire: Raikkonen è dietro di 16 ms, Albon di altri 65, mentre Sainz mette fuori Hulkenberg dalla top ten per 15 ms. Alla fine, tra Magnussen 6° e Stroll 17° c'è un divario di solamente 425 millesimi: cioè 12 piloti in nemmeno mezzo secondo. Una buona premessa per un sabato ancora combattuto e aperto, con prove libere alle ore 16 e qualifiche alle 19, sempre seguite dalla nostra cronaca diretta "live".

I RISCONTRI DELLE PROVE LIBERE A INTERLAGOS

La nostra cronaca con Twitter