Leclerc, l'ATA cambierà i piani delle squadre in Ungheria

Leclerc, l'ATA cambierà i piani delle squadre in Ungheria© Getty Images

Sarà una Ferrari più competitiva quella che si prepara a scendere in pista per le sessioni del GP d'Ungheria. Leclerc sottolinea i programmi differenti che i team dovranno fare con l'allocazione di gomme differente

Fabiano Polimeni

21 luglio

Una certezza, Charles Leclerc, ce l'ha quando gli viene chiesto dell'ordine di competitività delle squadre in Ungheria: Red Bull sarà davanti a tutti. 

Sulla RB19 arrivano importanti aggiornamenti tecnici, che potrebbero ampliare nuovamente il vantaggio sui primi avversari. Ferrari punta a tornare al vertice del pacchetto di quattro squadre che in Austria e Gran Bretagna è emerso su prestazioni relativamente ravvicinate.

Occhio al minor numero di gomme

"Dire quale sarà l'ordine dei valori è un grande interrogativo. Su Red Bull, che sarà davanti, non ho alcun dubbio. A parte questo, con Mercedes, Aston Martin, McLaren, sarà una lotta avvincente", dice Leclerc.

La sperimentazione, in qualifica, delle tre eliminatorie affrontate con una mescola obbligatoria (dura in Q1, media in Q2 e morbida in Q3) è destinata ad avere delle ripercussioni più ampie, secondo Charles. Non tanto per l'obbligo in sé di utilizzo di una determinata mescola (ATA - Alternative Tyre Allocation), quanto per il minor numero di set di gomme disponibili.

"C'è anche la nuova allocazione delle gomme, con 11 treni di gomme (slick; ndr) anziché 13, penso che vedremo programmi di attività molto diversi per le squadre nelle libere e questo potrebbe fare altre differenze nel corso del week end. Alla fine penso che ci saranno differenze.

La gestione gomme sarà come sempre fondamentale qui. Dal canto nostro dovremo essere molto bravi in tutte le scelte che faremo perché la SF-23 si è dimostrata fin qui più sensibile delle altre monoposto sotto questo aspetto. Teniamo i piedi per terra e lavoriamo sodo per riuscire a massimizzare il risultato che è nelle nostre possibilità”.

Silverstone, non succederà più

Tornando alla gara corsa dalla Ferrari a Silverstone, dove sono state McLaren e Mercedes a balzare davanti alla SF-23 e con chiaro margine, Leclerc dice: "Siamo stati conservativi nel mio secondo run con le gomme dure. Ne abbiamo parlato a Maranello, durante le riunioni e abbiamo tratto solide conclusioni. Non capiterà più. 

Alla fine, il punto centrale è stato non avere ritmo, non è stato forte come in altre gare. Speriamo qui di essere più competitivi".


  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi