Sui fatti di Lonato, che hanno visto protagonista Luca Corberi nel corso della finale del campionato del mondo di kart, categoria KZ, arriva la posizione di ACI Sport. La giustizia sportiva dovrà valutare i fatti e decidere le sanzioni per il pilota, che ha già annunciato l’addio alle competizioni.

“La Giunta Sportiva di ACI ha esaminato in maniera approfondita quanto accaduto nel Kartodromo South Garda di Lonato, durante la gara valida per il Campionato del Mondo della categoria KZ svoltasi il 4 ottobre.

La Giunta Sportiva, confermando la dura e ferma condanna per quanto successo, ha invitato la Procura Federale a valutare di proporre al Giudice Sportivo la massima sanzione prevista dal Regolamento e, in via preliminare, la sospensione immediata delle licenze di Luca Corberi, Marco Corberi e di quella del Circuito.

La Giunta si riserva inoltre di prendere ulteriori iniziative”, si legge nella nota diffusa dall’Automobil Club.

Al di là dell’episodio avvenuto in gara, la carena anteriore scagliata in pista da Corberi contro Paolo Ippolito, la sospensione delle licenze di Marco Corberi, padre del pilota, e del kartodromo sono la conseguenza della rissa nata nel dopo gara.

Aggiornamento, la decisione ufficiale

E' arrivata la nota federale che ufficializza la decisione dell'ACI a di sospendere le licenze a  Luca Corberi, Marco Corberi, e quella del Kartodromo di Lonato:

"In seguito ai fatti accaduti a Lonato il 4 ottobre scorso durante la gara valida per il Campionato del Mondo della categoria KZ, il Giudice Sportivo accogliendo la domanda della Procura Sportiva, ha deciso la sospensione in forma cautelare di tutte le licenze riconducibili a Luca Corberi, Marco Corberi e quelle del Kartodromo di cui, quest’ultimo, è l’Amministratore Delegato. Il provvedimento di immediata applicazione, avrà validità per tutto il periodo delle indagini.

Il dispositivo della Decisione è pubblicato sul sito ACI Sport, Federazione/ Giustizia Federale"