Cambia ancora il calendario Indycar 2020. Stavolta purtroppo si tratta di alcuni tagli dopo l'avvenuta consapevolezza di non poter organizzare per giugno alcune gare già programmate. Parliamo delle prove di Richmond e Toronto, alle quali si è provveduto con un raddoppio della tappa di Road America.

Alonso, quale futuro?

Partenza dal Texas

Resta invariata dunque l'apertura del campionato prevista per il 6 giugno in Texas, anche se nello stesso Stato stanno venendo fuori dubbi sulla possibilità di organizzare il Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1. Vedremo come andranno le cose, ma essendo diverse le richieste economiche per la tappa dell'IndyCar correre sull'ovale texano potrebbe comunque essere fattibile. Mancano due settimane all'evento e tutto il campionato è deciso a partire.

Gli orari del Texas

Il nuovo calendario

Secondo l'ultimo aggiornamento, il campionato americano dovrebbe essere composto da 14 prove, con la 500 Miglia suddivisa tra qualifiche e gara ad una settimana di distanza, con la corsa prevista per il 23 agosto. Solo una prova a giugno e finale il 25 ottobre a St.Petersburg.

1. 6 giugno - Texas (ovale)
2. 4 luglio - Indianapolis Gp gara-1 (pista)
3. 11 luglio - Road America gara-1 (pista)
4. 12 luglio - Road America gara-2 (pista)
5. 17 luglio- Iowa gara-1 (ovale)
6. 18 luglio - Iowa gara-2 (ovale)
7. 9 agosto - Mid-Ohio (pista)
8. 15-16 agosto - qualifiche Indianapolis 500 (ovale)
8. 23 agosto - Indianapolis 500 (ovale)
9. 30 agosto - Getaway (ovale)
10. 13 settembre - Gp of Portland (pista)
11. 19 settembre - Laguna Seca gara-1 (pista)
12. 20 settembre - Laguna Seca gara-2 (pista)
13. 3 ottobre - Indianapolis Gp gara-2 (pista)
14. 25 ottobre - St. Petersbourg (cittadino)

Nascar, Hamlin si impone a Darlington