Confermarsi, cambiando l’ordine degli addendi, dopo due vittorie dell’equipaggio numero 8 alla 24 Ore di Le Mans.  In casa Toyota, Conway-Kobayashi-Lopez sperano sia la volta buona per salire sul gradino più alto del podio. Si schiereranno con le TS050 Hybrid 7 kg più pesanti di un anno fa, così ha deciso l’Equivalence of Technology, contro le LMP1 da 816 kg (con motore aspirato) e 833 kg le turbo. Soprattutto, LMP1 non ibride che avranno uguale stint di gara, 11 giri come le Toyota. Così alla vigilia della gara simbolo dell’Endurance.

“E’ l’obiettivo principale e la sfida più grande, siamo fieri di prepararci alla gara di quest’anno come due volte vincitori, daremo tutto per vincere per la terza volta consecutiva a Le Mans.

McLaren, Brown: 'Decisivo Seidl nella scelta presa da Ricciardo'

Ci mancheranno i tifosi quest’anno, sarà un’edizione insolita ma siamo grati ad ACO per aver superato le difficili circostanze e averci dato l’opportunità di condividere di nuovo lo spirito di Le Mans”, le parole di Hisatake Murata,vicepresidente esecutivo di Toyota Gazoo Racing.

Ora è tempo della #7

Se Buemi-Nakajima cercano un tris, insieme a Brendon Hartley che la 24 Ore l’ha già vinta, con Porsche nel 2017, Conway-Kobayashi-Lopez inseguono la prima.

Sono stanco di arrivare secondo a Le Mans. L’ho corsa tre volte già e l’unico obiettivo quest’anno per la numero 7 è vincere. Le Mans è una gara così speciale per tutta la storia e la difficoltà nel vincerla, arriva una volta l’anno ed è l’obiettivo principale del team quando costruiscono la macchina. Tutto è mirato su Le Mans ed è stabilmente nei nostri pensieri per l’intera stagione.

24 Ore di Le Mans, Porsche celebra i 50 anni dalla prima vittoria

L’anno scorso siamo stati sfortunati ma avremo un’altra grande opportunità quest’anno. La TS050 Hybrid è una gran macchina con due grandi equipaggi, come al solito dovremo esecuire la nostra gara e prendere le giuste decisioni”, spiega Mike Conway.

L'ultima della TS050 Hybrid

Pensiero comune a Kobayasi, “abbiamo avuto negli ultimi anni l’occasione di vincere Le Mans ma ci è sempre mancata, vogliamo davvero vincerla questa. Sono convinto che un giorno accadrà e spero sia quest’anno, in particolare perché è l’ultima Le Mans per la TS050 Hybrid”.

24 Ore che diverrebbe la ciliegina sulla torta per Pechito Lopez, “ho vinto tre titoli mondiali ma Le Mans è sempre stata il mio sogno. Vincerla rappresenterebbe il punto più alto della mia carriera. Sono nel team migliore, la TS050 è una macchina incredibile e ho i compagni di squadra migliori, chiaramente l’obiettivo è occupare il posto centrale sul podio, però Le Mans è così difficile e ci sono molti piloti che sono andati vicino a vincerla molte volte senza mai riuscirci”.

Sterzi a parte: La F.1 al Mugello? Ha vinto il Mugello!